Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Dottrina e riflessioni bibliche
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Asaf)
   Calvinismo: elezione incondizionata
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 ... 4 5 6 7 8  9 vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Calvinismo: elezione incondizionata  (letto 11257 volte)
serg68
Admin
*****




Giovanni 3:16

   
WWW    E-Mail

Posts: 1409
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #75 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 13:31:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Invito tutti a riprendere un p di moderazione e pacatezza.......
Loggato

Togli via la volont libera, e non vi sar pi nulla da salvare; togli via la grazia, e non vi sar nulla con cui salvare.
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #76 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 14:13:12 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


on 10.09.2010 alle ore 13:20:06, u08038 wrote:
Eliseo scrive:
E poi Ges diceva quelle parole che qui vengono distorte senza pudore.
 
Questa dottrina stata propugnata da Calvino e da decine di altri dottori della Riforma.  
Questa dottrina stata da me studiata ed accolta. Credendola.  
 
Fly down Eliseo. Cosa hai da insegnarmi sul pudore? O meglio, ti opponi con tranquillit e senza minimo dubbio a Calvino? Non che Calvino sia la verit, non oserei pensarlo per un attimo, ma mi viene da ridere quanto, in questo forum tu non sia l'unico a trattare gli interlocutori con poca cura.
 
Potrebbe essere mio errore credere in questa dottrina che tu definisci distorta e senza pudore.
Potrebbe essere che il tuo atteggiamento nei miei confronti non rispecchi un frutto spirituale ( tanto per non puntualizzare).
 
.....
 
Il punto stabilire ( qui la ratio mi permetto di farti notare) come un peccatore accetta Cristo predicato.
Lo accetta con libera volont o lo accetta perch Dio in lui ha gi attuato un gesto di Grazia, conformandolo ad accettare? Il peccatore capace di suo di credere?
La risposta sicuramente NO. L'uomo non capace di credere. "E' per Grazia che siete salvati, mediante la fede"
per Grazia.
 

Benissimo, " per Grazia che siete salvati, mediante la fede".
"Fede" in chi?
In Colui che Dio ha mandato, Ges il Cristo.
 
E se Dio lo ha mandato, perch l'uomo possa vedere e credere.
Se l'uomo non fosse "capace di credere", che lo ha mandato a fare?
 
Se Dio che rende l'uomo "capace a credere in Colui che ha mandato", Dio risulta ingiusto, perch d questa "capacit" ad alcuni negandola agli altri!
 
La Luce venuta nel mondo, ma il mondo non l'ha ricevuta; ma a quelli che l'hanno ricevuta, Egli ha dato il diritto di diventare Suoi figliuoli.
 
Pietro non era pi "capace" di altri, Pietro ha solamente ricevuto/accettato la Rivelazione dello Spirito Santo.
 
Ma lo Spirito Santo stato mandato nel mondo, per convincere di peccato.  
C' dunque chi come Pietro si lascia convincere e riceve/accetta la Rivelazione, e c' chi la rifiuta e non si lascia convincere.
 
Il mio non un "parlare duro", n tantomeno "offensivo".
 
Dici: " mediante la fede in Cristo, che l'uomo ha da essere salvato".
E poi affermi che l'uomo non capace di credere, ma Dio che rende capaci gli uni, e incapaci gli altri.
 
Dio afferma che l'uomo deve credere per essere salvato, quindi presuppone che l'uomo ha la capacit di credere.
Tu affermi che Dio manda il Suo Figliuolo nel mondo, e d la capacit di credere solo a coloro che gi sono Suoi, tutti gli altri, sono gi esclusi in partenza.
In pratica, non hanno speranza alcuna, n alcuna possibilit di Salvezza.
E questo, a motivo della scelta di Dio, che ad alcuni da la capacit di credere e ad altri no.
 
La maggior parte degli uomini dunque, senza Speranza di Salvezza, e il Cristo venuto invano, o peggio, venuto solo "per i Suoi", per quelli che Dio ha gi scelto per la Sua Volont.

Quote:
Su una cosa posso darti ragione: la tua ratio non granch.

Pi che d'accordo.  
Infatti, non la "ratio" il mio vanto.  Sorriso
Loggato
serg68
Admin
*****




Giovanni 3:16

   
WWW    E-Mail

Posts: 1409
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #77 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 14:55:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La mia esortazione era rivolta a tutti noi, (me compreso)!
 
a pag 2 di questo 3d ho esordito cos:

on 16.08.2010 alle ore 10:07:59, serg68 wrote:
..........vorrei fare una premessa: il dibattitto che stiamo affrontando ha impegnato e impegna tutt'ora fior di teologi; ritengo, per questa ragione, costruttivo tenerlo a mente e non fare della propria convinzione un "assoluto".

 
Se le nostre posizioni a riguardo, diventano ortodossia e dogmaticismo, cadono le premesse per un confronto sereno e costruttivo.
 
Dobbiamo sempre tenere men in mente questo, per rispetto verso il prossimo e per amore verso chi legge (ricordiamoci che chiunque pu leggere i nostri post)!
 
Se siamo chiamati ad essere sale e luce, proviamoci (ci)!
 
Ovviamente ci si pu indignare, restando sempre nei limiti del rispetto reciproco,  difronte a grossolane eresie!
Non credo sia questo il caso e non mi sento di dire che un "predestinatario" non mio fratello in Cristo.
 
 Amici Amici Amici
 
Amore sincero sopra tutto e tutti!  Consolare
Loggato

Togli via la volont libera, e non vi sar pi nulla da salvare; togli via la grazia, e non vi sar nulla con cui salvare.
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #78 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 15:07:05 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 10.09.2010 alle ore 14:55:23, serg68 wrote:
La mia esortazione era rivolta a tutti noi, (me compreso)!
 
a pag 2 di questo 3d ho esordito cos:
 
Se le nostre posizioni a riguardo, diventano ortodossia e dogmaticismo, cadono le premesse per un confronto sereno e costruttivo.
 
Dobbiamo sempre tenere men in mente questo, per rispetto verso il prossimo e per amore verso chi legge (ricordiamoci che chiunque pu leggere i nostri post)!
 
Se siamo chiamati ad essere sale e luce, proviamoci (ci)!
 
Ovviamente ci si pu indignare, restando sempre nei limiti del rispetto reciproco, difronte a grossolane eresie!
Non credo sia questo il caso e non mi sento di dire che un "predestinatario" non mio fratello in Cristo.
 
 Amici Amici Amici
 
Amore sincero sopra tutto e tutti! Consolare

 
Grazie Sergio. Amici
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #79 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 15:18:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Oltre ad aver letto Eliseob ho avuto la malsana idea di leggere opere di Calvino Bucero Agostino Barth e Forte sull'argomento. oltre che aver verificato sulla Scrittura in Romani, Efesini, Atti e molto altro ( ma non posso citare versetti!!!!!! mi stato rimproverato).
Piccoli e insignificanti personaggi non degni di nota che non partecipano a questo forum per non trovarsi a contendere e perdere la contesa.
Eliseob mi contrappone a Dio nelle affermazioni.
Ma queste affermazioni, non se ne abbia a male, non sono mie esegesi, non sono mia dogmatica, non sono mia filosofia n cultura, ma prendono da altri ben pi qualificati. Quindi considerare senza pudore le mie parole, considerarmi morto e non rinato, significa rivolgere la stessa critica a quanti ho citato sopra. E molti altri fratelli.  
Presuntuoso oserei dire, per restare limitato nei commenti.
Gia Serg68 lo ricordordava
n 16.08.2010 alle ore 10:07:59, serg68 wroteIndeciso.........vorrei fare una premessa: il dibattitto che stiamo affrontando ha impegnato e impegna tutt'ora fior di teologi; ritengo, per questa ragione, costruttivo tenerlo a mente e non fare della propria convinzione un "assoluto".  
Se Barth (lo ripeto per la terza volta) ha impiegato 1400 pagine per discutere di Elezione divina, e questo solo un esempio, non credo sia corretto considerare "non rinato" e sull'orlo del baratro chi sposa tale dottrina.
Inoltre Calvino ricordava che l'obiettivo SOLI DEO GLORIA. L'uomo non avrebbe nemmeno il merito di aver scelto il bene, ma l'avrebbe ottenuto in dono.
Ma per chi non riconosce il suo linguaggio ostile, duro e offensivo nei confronti degli altri, questa acqua fresca.
 Ciao
 
ava
 
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #80 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 15:24:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Infatti, non la "ratio" il mio vanto.  
 
Strano, leggendoti si acquisisce una diversa opinione, che lo smentisce. Indeciso
 
 Ciao  
 
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #81 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 15:50:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


on 10.09.2010 alle ore 14:55:23, serg68 wrote:

Dobbiamo sempre tenere men in mente questo, per rispetto verso il prossimo e per amore verso chi legge (ricordiamoci che chiunque pu leggere i nostri post)!
 
Se siamo chiamati ad essere sale e luce, proviamoci (ci)!
 
Ovviamente ci si pu indignare, restando sempre nei limiti del rispetto reciproco,  difronte a grossolane eresie!
Non credo sia questo il caso e non mi sento di dire che un "predestinatario" non mio fratello in Cristo.
 
 

Appunto, ricordiamoci di chi ci legge!
E il mondo che ci legge, nel peccato e non conosce Dio!
Gi il parlare stesso di una "predestinazione", una vergogna, in quanto stiamo dicendo al mondo, che non ha nessuna speranza, se non stato scelto a priori da Dio a Salvezza!
 
Tu non "credi" che queste siano "grossolane eresie"?
Buon per te.
Io invece si, e inoltre, credevo che si volesse valutare la questione in base alle Scritture, e non in base a ci che "crediamo" o meno, n tantomeno in base a ci che ha scritto il tizio e il caio.
Ricordiamoci dell'Ecclesiaste, riguardo ai "molti libri".... che si scrivono.
 
Anche per Domenico, si tratta palesemente di eresia.

on 16.08.2010 alle ore 20:51:08, Domenico wrote:

S, vero che la salvezza un dono di Dio (Efesini 2:8) e che il salvare appartiene allEterno (Giona 2:10), ma altrettanto vero che questo dono, Dio loffre a tutti, anche se non tutti sono disposti a riceverlo. Se qualcuno non riceve la salvezza, non pu prendersela con Dio e dirGli: Tu, a me, non melhai offerto, visto che non mi hai predestinato a riceverla. Che colpa ho se non sono salvato? Il vero responsabile se Tu, o Signore, che non mi hai scelto per credere in Ges, Tuo Figlio. Questo tipo di ragionamento che deriva dallinsegnamento di Calvino sulla predestinazione, una bestemmia uneresia quando si addossa a Dio la responsabilit se una persona non salvata.
 
Infine, come si pu notare, nella salvezza di un peccatore, sono presente due elementi: da una parte c Dio che loffre e dallaltra c luomo che la riceve, mediante la fede in Cristo Ges. Questa una verit largamente documentata dalle Sacre Scritture.

...e Domenico non eliseob., che si pu tacciare di "incompetenze" varie.
 
Il "problema" dunque resta: un'eresia oppure no?
Dunque, prima di "abbracciare i fratelli", stabiliamo se sono eretici oppure no, e per favore, in base alle Scritture, e non "al buonismo" o al numero delle pagine scritte sull'argomento (pensiamo all'Ecclesiaste).
 
Pace
Loggato
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #82 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 16:09:39 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

non generati da sangue, n da volere di carne, n da volere di uomo, ma da Dio sono generati" (12-13).  
 
Non mai abbastanza. I figli di Dio non sono generati da volont (volere) di uomo. Non sono generati da sangue (discendenza). Sono generati da Dio.
La nascita carnale non dipende da noi. La nascita spirituale nemmeno.  
 
Questo il significato di: per Grazia mediante la fede in Cristo.  
 
e tutti quelli che erano ordinati a vita eterna, credettero (Atti 13:48)
 
Ordinati=tetagmenoi . E' nominativo, plurale, maschile, participio perfetto, passivo di tasso, che significa disporre, stabilire in una certa condizione, dedicare ad un fine, destinare, qui passivo (non riflessivo), ed indica coloro che sono stati disposti, non si sono disposti n si dispongono.
 
 Buono!
 
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #83 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 16:18:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Agostino, Calvino, Barth sono eretici?
Complimenti Eliseob.
per fortuna non siamo nel medioevo altrimenti rischiavo molto. Girano certi inquisitori! Nelle prime pagine era dialogo. Poi man mano che ti stato negato il consenso diventata eresia!  
 
Ti ricordo che eresia una parola che significa distanza dalla Verit.
Anche il non amore distanza dalla Verit.
Quindi anche il non amore eresia.  
Tu come ti poni?  
 
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
serg68
Admin
*****




Giovanni 3:16

   
WWW    E-Mail

Posts: 1409
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #84 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 16:26:38 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 10.09.2010 alle ore 15:50:13, eliseob. wrote:

Io invece si, e inoltre, credevo che si volesse valutare la questione in base alle Scritture

Va benissimo.  
Spiegami il significato di questi testi:
 
Romani 8,29
Poich quelli che egli da sempre ha conosciuto li ha anche predestinati ad essere conformi all'immagine del Figlio suo, perch egli sia il primogenito tra molti fratelli;
 
Romani 8,30
quelli poi che ha predestinati li ha anche chiamati; quelli che ha chiamati li ha anche giustificati; quelli che ha giustificati li ha anche glorificati.
 
Efesini 1,11
In lui siamo stati fatti anche eredi,
essendo stati predestinati secondo il piano di colui
che tutto opera efficacemente conforme alla sua volont,

 
Efesini 1:5
avendoci predestinati nel suo amore a essere adottati per mezzo di Ges Cristo come suoi figli, secondo il disegno benevolo della sua volont,
 
Spiegami, su. Quale eresia compio, alla luce della parola di Dio se dico di essere stato predestinato a essere adottato. Sorridente
 
Sono ansioso di imparare  Sorriso, e ringrazio di aver trovato cosi tanti fratelli esperti che mi insegnano Amici
Loggato

Togli via la volont libera, e non vi sar pi nulla da salvare; togli via la grazia, e non vi sar nulla con cui salvare.
eliseob.
Visitatore

E-Mail

Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #85 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 16:50:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio


on 10.09.2010 alle ore 16:26:38, serg68 wrote:

 
Spiegami, su. Quale eresia compio, alla luce della parola di Dio se dico di essere stato predestinato a essere adottato. Sorridente
 
Sono ansioso di imparare Sorriso, e ringrazio di aver trovato cosi tanti fratelli esperti che mi insegnano Amici

Scusa Sergio, ma dimostri solo la tua malafede, che nutri costantemente con la tua eloquenza.
 
Qui non si sta parlando di "parole" o di "termini", ma del concetto e del significato che a quei termini vengono dati!
 
E tu che fai, mi vieni a fare le barzellette sulla parola "predestinato", proprio tu che parlavi di "ovviet e banalita".
 
Qui si stava discutendo se la Dottrina che viene fuori da quel "predestinato" Sana oppure no!  
 
Ora se sana da Dio, altrimenti non lo !
 
Mi dispiace Sergio, ma questo non il mio niveau.
Loggato
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #86 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 17:22:02 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Eliseob:
Appunto, ricordiamoci di chi ci legge!  
E il mondo che ci legge, nel peccato e non conosce Dio!  
Gi il parlare stesso di una "predestinazione", una vergogna, in quanto stiamo dicendo al mondo, che non ha nessuna speranza, se non stato scelto a priori da Dio a Salvezza!  
 
Ehi mr. Spungeon, mr. Agostino, mr. Bucero, mr. Calvino: vergogna!
Hei mr. Paolo di Tarso vergogna!
 
Forse semplicemente non hai capito la dottrina, se la pensi cos. Noi dobbiamo dire al mondo, per mandato di Cristo, che il regno si avvicinato! Ravvedetevi e credete al Vangelo.
Quindi non inventare altri annunci.  
Chiunque crede perch stato eletto (chiamato) dal Padre. Io credo perch sono eletto. Tu credi perch eletto.  
"nessuno conosce il Figlio se non il Padre e colui al quale il Figlio lo vorr rivelare"  
Ma allora la volont non quella dell'uomo, ma del Figlio!
SE non siamo stati generati da Dio per volere di uomo, n di carne, ma da Dio siamo stati generati, significa in tutta semplicit che la Prima creazione avvenuta senza intervento umano. Cos la seconda, La creazione spirituale.
La nascita carnale avvenuta senza interpellare la mia volont. Cos la mia nascita spirituale.
 
14 Che diremo dunque? Vi forse ingiustizia in Dio? No di certo! 15 Poich egli dice a Mos: Io avr misericordia di chi avr misericordia e avr compassione di chi avr compassione. 16 Non dipende dunque n da chi vuole n da chi corre, ma da Dio che fa misericordia. 17 La Scrittura infatti dice al faraone: Appunto per questo ti ho suscitato: per mostrare in te la mia potenza e perch il mio nome sia proclamato per tutta la terra. 18 Cos dunque egli fa misericordia a chi vuole e indurisce chi vuole (Romani 9:14-18).
 
20 Piuttosto, o uomo, chi sei tu che replichi a Dio? La cosa plasmata dir forse a colui che la plasm: Perch mi hai fatta cos? 21 Il vasaio non forse padrone dell'argilla per trarre dalla stessa pasta un vaso per uso nobile e un altro per uso ignobile? 22 Che c' da contestare se Dio, volendo manifestare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con grande pazienza dei vasi d'ira preparati per la perdizione, 23 e ci per far conoscere la ricchezza della sua gloria verso dei vasi di misericordia che aveva gi prima preparati per la gloria (Romani 9:19-23).
 
 Ciao
 
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
u08038
Membro
***



Il giusto per fede vivr.

   
WWW    E-Mail

Posts: 251
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #87 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 17:36:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ah, in questo forum ci sono gli inquisitori? Coloro che si accollano l'onere e l'onore di stabilire (con il dialogo, per carit!!! Vai vai!) cosa ortodosso e cosa sia eresia.
Ed il buon Serg68, caduto nell'errore di contraddire? Ops! Linguaccia
Sei in malafede povero Serg68 Amici
 
Qui si stava discutendo se la Dottrina che viene fuori da quel "predestinato" Sana oppure no!  
ma sarei io "quel predestinato"Hu?!? Vai vai! Vai vai!
E chi lancerebbe l'anatema? Eliseob?
 
Voi, per questa stessa ragione, mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede la virt; alla virt la conoscenza; alla conoscenza l'autocontrollo; all'autocontrollo la pazienza; alla pazienza la piet; alla piet l'affetto fraterno; e all'affetto fraterno l'amore (2Pietro 1:5)
 
Siete LIBERI di leggere.
 
Grazie Serg68 che forse non la pensi come me, ma mi sei fratello in Cristo. Lo apprezzo molto Amici
Loggato

BARUC HABA BESHEM ADONAI (Benedetto Colui che viene nel nome del Signore)
Domenico
Membro familiare
****




Certo, beni e bont m'accompagneran no (Sal. 23:6)

   
WWW    E-Mail

Posts: 857
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #88 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 17:38:07 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ho parlato di mettere in risalto, con molta attenzione, l'onniscienza di Dio, perch se l'accettiamo pienenamente come merita, risolve il problema della discordanza.
 
Se io accetto che Dio mi conosceva prima della mia nascita, e, sependo che nel 1946 avrei creduto in Cristo, e lo avrei ricevuto come mio personale Salvatore, la mia predestinazione alla salvezza,   strettamente collegata a quello che Dio ha previsto. Questo non annulla quello che io ho fatto, ma lo armonizza con la prescienza divina. Inoltre, i centinai di testi di inviti divini rivolti all'uomo intorno al ravvedimento, alla conversione, al pentimento, a credere, a ricevere il dono di Dio, vengono messi nel giusto posto, che Dio li ha collocati, come precise condizioni posto all'umanit.
 
Infine, il N.T. dichiara, in forma dogmatica che la "volont" di Dio che tutti gli uomini siano salvati (1Timote 2:4).
 
Ges non venuto sulla terra per condannare il mondo, ma per salvarlo (Giovanni 3:17). L'uomo non sar condannato per non essere stato predestinato alla salvezza, ma per non aver creduto in Ges Cristo, unigenito Figlio di Dio (Marco 16:16), come mezzo per mezzo del quale si salvati (Atti 4:12).
 
Loggato
Il_Cigno
Membro familiare
****



Io sono la via, la verit e la vita.

   
WWW    E-Mail

Posts: 694
Re: Calvinismo: elezione incondizionata
« Rispondi #89 Data del Post: 10.09.2010 alle ore 17:38:22 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao a tutti Sorriso
 
Mi limiter ad un piccolo intervento dato che questo argomento l'ho affrontato pi volte e porta sempre a diverbi e scontri dottrinali che a nulla servono.
 
Potrei anche postare interi discorsi armonizzati con la Scrittura ma se tanto chi continua a sostenere la propria tesi, lo fa sulla base di un metodo di "versettologia" non si giunger da nessuna parte. Quante volte sentiamo dire che i versetti estrapolati non solo dal loro contesto, ma dal contesto dell'intera rivelazione biblica, possono dire tutto e niente?
 
Quindi dar il mio contributo semplicemente ponendo un semplice spunto di riflessione:
 
Dire che Dio fa in modo che la volont di un predestinato accetti la sua salvezza equivale ad andare contro a TUTTA la rivelazione biblica dalla creazione della prima particella di luce dell'universo alla fine di apocalisse. E' INNEGABILE in tutta la bibbia che Il Signore ha stabilito delle leggi universali di libert per il proprio creato (quindi non solo per l'uomo). Leggi che chiaramente noi non possiamo comprendere totalmente ma possiamo solo intuire l'agire del Creatore sin dal principio.
 
Vien da s che se ad un certo punto della storia, queste leggi smettono di esistere di fatto solo per alcuni ovvero i "fortunati" predestinati (in base a quale criterio sono stati predestinati loro e non altri?) si ritrovano con la mentalit cambiata da Dio stesso.  
 
A questo punto domandiamoci: ma che cosa ha sofferto a fare Ges se tanto Dio poteva stravolgere la propria legge di libert e cambiare la mente dell'uomo? Poteva si pu dire intervenire PRIMA della caduta no? NON ha senso parlare di libero arbitrio PRIMA della caduta per poi dire che in realt l'uomo ora non realmente libero.
 
E ancora: se Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati....beh perch allora non cambia la volont di tutti come fa invece con gli eletti?
 
Molti citano a sostegno il versetto (ripeto, estrapolato dall'intero contesto della lettera ai romani e dall'intero contesto biblico) dei vasi di terra e di argilla per uso nobile ed ignobile.
 
Facciamo caso per che altrove anche scritto:
 
2Timoteo
In una grande casa non ci sono soltanto vasi d'oro e d'argento, ma anche vasi di legno e di terra; e gli uni sono destinati a un uso nobile e gli altri a un uso ignobile.
Se dunque uno si conserva puro da quelle cose, sar un vaso nobile, santificato, utile al servizio del padrone, preparato per ogni opera buona.
 
SE (ripetiano: SE) uno si conserva. Quindi SE io accetto, Dio mi tende la mano anzi, sbagliato dire persino cos. Dio MI TENDE LA MANO ed io SE accetto, potr "salire sulla sua barca".
 
QUesto non significa che l'uomo con le proprie forze in grado di salvarsi ma dove sarebbe scritto? Mi pare anzi che Paolo dica chiaramente che "Infatti il bene che voglio, non lo faccio; ma il male che non voglio, quello faccio". In noi pu esserci la volont di fare, ma NON la capacit. In noi c' quella famosa voce della coscienza, che ha ogni uomo anche chi non conosce legge, che dentro di s gli da il sentore di Dio ed il sentore di una cosa giusta o sbagliata. Poi noi possiamo mettere a tacere tale voce della coscienza oppure ascoltarla. E se Dio si rivela a chi lo cerca, costui si accorger di quanto siano vere le parole di Paolo. Chi di noi nel proprio cammina non ha sperimentato tale condizione in cui si desiderebbe esser in un modo ma non si riesce con le proprie forze e ci si appella al SIgnore? In questo consiste il fatto che siamo salvati per Grazia e siamo rigenerati tramite il Suo intervento. E questo non certo in constrasto con l'affermare che COMUNQUE L'UOMO E' RESPONSABILE DELLE PROPRIE SCELTE, in questo consiste l'intero senso della storia dell'umanit. OGNUNO di noi responsabile di come avr risposto alla chiamata o al "grado" di rivelazione ricevuta. A chi pi stato dato, tanto pi sar richiesto.  
 
Concludo dicendo che c' anche una "parolina" che spesso i sostenitori accaniti dell'elezione incondizionata trascurano di commentare ed la parola PRECONOSCIUTI (che compare nello stesso capitolo dal quale tolgono uno dei versetti a sostegno della loro dottrina).  
 
Vale infine ricordare, non tanto per polemizzare quanto per mettere in chiaro tutti i punti oscuri della storia, che Calvino non stato un santo vivente, Calvino in certi casi si comportato identicamente agli inquisitori medievali mandando a morte delle persone e questo risaputo a meno che non vogliamo fare come alcuni cattolici romani che negano i crimini dell'inquisizione. Siamo sicuri quindi che la dottrina delll'elezione incondizionata venga da Dio e sia scritturale? O forse il caso di iniziare a capire che, come tante dottrine storiche sia in ambito protestante che in ambito cattolico, frutto del desiderio e della carnalit umana? Il periodo in cui visse calvino dal punto di vista politico era molto particolare....
 
Scusate se mi sono dilungato troppo Sorriso
« Ultima modifica: 10.09.2010 alle ore 17:45:48 by Il_Cigno » Loggato

Egli render ancora il sorriso alla tua bocca, sulle tue labbra metter canti d'esultanza.
(Giobbe 8:21)
Pagine: 1 ... 4 5 6 7 8  9 torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy