I Forum di Evangelici.net (https://evangelici.net/cgi-bin/forum/YaBB.pl)
Benvenuti >> 4 chiacchiere tra amici >> Sfogo di un ragazzo che soffre di SSA
(Messaggio iniziato da: Dreamyboy il 14.02.2022 alle ore 00:45:54)

Titolo: Sfogo di un ragazzo che soffre di SSA
Post di Dreamyboy il 14.02.2022 alle ore 00:45:54
Cari fratelli,
è il secondo post che scrivo su questa sezione.
Lo scrivo quasi piangendo, nel pieno della notte. Nel buio totale.
Vi voglio parlare dell'incubo che io e molti altri ragazzi cristiani di questo mondo viviamo:  la SSA (same sex attraction= attrazione per lo stesso sesso).
Essa è la causa dell'identità omosessuale, quella che noi ex gay/lesbiche cristiani abbiamo eliminato.
Il fatto che però non vogliamo più identificarci gay/lesbiche non vuol dire che l'attrazione per lo stesso sesso sia scomparsa magicamente. Anzi, molte volte peggiora!
È un tema delicatissimo che spesso non trova risposta diretta ma solo risposte sospette o risposte assenti.
Lasciando stare la famosa "terapia riparativa" che ormai è del tutto scomparsa (e in alcuni paesi anche proibita), vorrei descrivere le tristi problematiche verso le quali andiamo incontro noi affetti da SSA.
Molte volte le tentazioni sono deboli e possono essere sorvolate ma già dopo più di una settimana o un mese diventano fortissime e potresti cadere non solo una volta ma molteplici volte. Non perché odi Dio, non perché non hai fede in Gesù ma perché sai che da questo tipo di condizione non se ne esce al 100%. I segni  rimangono per sempre nella maggior parte dei casi. Anche gli ex gay sposati dicono di essere ancora fortemente tentati fisicamente dagli uomini (ve lo dice uno che li frequenta). I consulenti cristiani dicono che non è possibile uscire al 100% dalla SSA (ad esempio come si esce dalla droga o dal fumo) perchè coinvolge tanti angoli dell'identità della persona e le cicatrici rimangono soprattutto a chi ha avuto molteplici rapporti fisici con persone dello stesso sesso. Quando arriva una tentazione fortissima o mi arrabbio o cedo. Come cedono molti. Perché quasi nessuno ci comprende, quasi nessuno riesce a darci delle indicazioni psicologiche per riuscire a sbarazzarci di questo problema al 100% per non rischiare di mettere in pericolo un futuro matrimonio. O per non rischiare di non riuscire a coronare il sogno di avere una famiglia.
Le donne non mi attirano, gli uomini mi attirano ancora. Sembra che mi stia illudendo da solo sul fatto che in futuro incontrerò una donna cristiana con la quale proverò piacere sentimentale e fisico come potrei provarlo adesso con gli uomini. Vorrei trovare una soluzione a tutto questo, ma molti dicono di rassegnarmi e di soffrire con queste tentazioni finché non morirò. Allora è meglio la morte piuttosto che vivere con la SSA?
A volte ci ho pensato, sapete? Anzi molti ex gay probabilmente lo pensano. Abbiamo il doppio della difficoltá a trovare la persona giusta.
È tutto così complesso. Avrei preferito altro piuttosto che questo.

Titolo: Re: Sfogo di un ragazzo che soffre di SSA
Post di Marmar il 14.02.2022 alle ore 13:40:19

Carissimo.
Almeno per me è molto difficile immedesimarmi nei tuoi problemi perché, come anche penso sia per altri, non li ho mai provati.

Ti capisco, e capisco anche che vi possano esistere forti emozioni che ti attraversano ma, credimi, è difficile l'immedesimazione.

Spero che ci possa essere qualcuno che ti sappia dare qualcosa di più, ed invito tutti i lettori a pregare perché il tuo problema possa essere risolto in modo vittorioso da chi tutto può.

Titolo: Re: Sfogo di un ragazzo che soffre di SSA
Post di Dreamyboy il 14.02.2022 alle ore 18:10:59
Non ti preoccupare perché come ho già detto nel post  è una brutta bestia: torna sempre e pochi comprendono. Anzi a volte neanche io la comprendo.
Se mi scappa il peccato di masturbazione (alcune volte l'ho commesso anche in maniera molteplice nella stessa giornata) non è perchè odio Dio ma è perché le pulsioni sono così forti che mi arrabbio o ritengo ingiusto quello che vivo. Poi ho paura che questa pulsione possa rendere difficile non solo il mio rapporto con Lui ma anche con una futura donna che riterrò particolarmente simpatica.
Molte volte impazzisco e tiro pugni contro il muro o sul tavolo perché è insopportabile questa cosa.
A volte preferisco andare direttamente in Paradiso piuttosto che vivere qui. Molti mi daranno del paranoico o dell'afflitto ma invece ho ragione e basta. Posso autoconvincermi quando voglio ma molti mi hanno assicurato che devo arrendermi a questa verità.