Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Chi sono i cristiani evangelici? Cosa dice la Bibbia? - Rispondono i moderatori
   Chi sono e cosa credono i cristiani evangelici?
(Moderatori: elovzu, ilcuorebatte, andreiu, Asaf, Marmar)
   Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Orientamento delle Chiese Evangeliche  (letto 886 volte)
Romina
Osservatore
*



Dio Amore

   
WWW    E-Mail

Posts: 11
Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Data del Post: 23.12.2017 alle ore 17:24:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Salve.
Sono alla ricerca di una chiesa evangelica nella mia zona, ma prima di prendere contatto con l'una o l'altra, vorrei capire se tutte le chiese ADI sono pentecostali, anche se non espressamente specificato, ed eventualmente quale sia la differenza tra una chiesa pentecostale e una non pentecostale .
Grazie.
Loggato
elovzu
Amministratore
*****




Ti ama davvero!

   
WWW    E-Mail

Posts: 3860
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #1 Data del Post: 27.12.2017 alle ore 12:22:51 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

S, le chiese ADI sono tutte pentecostali.
Esteriormente le differenze principali sono un diverso modo di pregare e lodare (le chiese pentecostali sono pi vivaci ed "emozionali", si prega ad alta voce e a volte "in lingue"Occhiolino. Dottrinalmente mettono un maggior accento sullo Spirito Santo e i Suoi carismi (lingue, profezie, guarigioni...) e sulle benedizioni anche materiali.
Le chiese non-pentecostali sono in genere pi legate allo studio della parola e alla crescita anche intellettuale, oltre che alla santificazione personale.
Esistono poi le chiese "storiche" (valdesi, metodisti, luterani ecc.) che tendono ad essere molto pi liberali e attente al sociale.
 
Si tratta ovviamente di generalizzazioni molto approssimative,  ma giusto per darti un'idea...
Loggato

Francesco

"E' meglio accendere una candela che lamentarsi delle tenebre"
Romina
Osservatore
*



Dio Amore

   
WWW    E-Mail

Posts: 11
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #2 Data del Post: 27.12.2017 alle ore 14:06:44 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Grazie, Francesco.
Quali sono le chiese non pentecostali? che denominazione hanno?
Loggato
elovzu
Amministratore
*****




Ti ama davvero!

   
WWW    E-Mail

Posts: 3860
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #3 Data del Post: 27.12.2017 alle ore 19:07:43 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Urca, domanda complessa.
 
In Italia le denominazioni non-pentecostali che mi vengono in mente sono i Battisti, le assemblee dei Fratelli (o chiese dei Fratelli), UCBC (Unione Chiese Bibliche Cristiane), le chiese Riformate, Azione Biblica, la Chiesa di Cristo, la chiesa del Nazareno e diverse chiese evangeliche indipendenti che non fanno capo a una particolare denominazione.
 
Le maggiori pentecostali sono le ADI, CEIAM, MIE, Elim, la chiesa Apostolica, Nuova Pentecoste, la chiesa della Riconciliazione, la chiesa del Pieno Vangelo pi una miriade di chiese indipendenti spesso di origine etnica (Africane, Latine ecc.).
 
Poi come gi detto ci sono le "storiche" come la chiesa Valdese, quella Metodista, la Luterana, Presbiteriana.
 
Sicuramente dimentico qualcuno, ma dovremmo coprire almeno il 90% delle denominazioni Occhiolino
Loggato

Francesco

"E' meglio accendere una candela che lamentarsi delle tenebre"
Romina
Osservatore
*



Dio Amore

   
WWW    E-Mail

Posts: 11
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #4 Data del Post: 27.12.2017 alle ore 20:00:57 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

In effetti, la frammentazione nel movimento evangelico davvero impressionante...
Mi bastano queste informazioni di base. Ti ringrazio.
Sono molto diffidente riguardo ai cosiddetti "carismi": il parlare in lingue, le guarigioni miracolose, ecc...
In passato, i contatti con le comunit pentecostali - ma magari nella mia zona sono particolarmente esaltate - hanno avuto l'unico effetto di allontanarmi da Dio per anni e anni.
Per questo, vorrei evitare di avvicinarmi di nuovo a quel tipo di culto, se ci sono delle alternative.
Quando ascolto il Pastore Cataldo Petrone in tv mi piace tanto... mi sento rasserenata e vicina a Cristo... ma poco fa (adesso in diretta) ha parlato in lingue e ha esortato i credenti a farlo...  
Purtroppo certe cose mi chiudono il cuore a dieci mandate...
« Ultima modifica: 27.12.2017 alle ore 20:01:34 by Romina » Loggato
Marmar
Admin
*****



Dio buono

   
WWW    E-Mail

Posts: 7830
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #5 Data del Post: 27.12.2017 alle ore 22:02:29 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Perch?
Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
elovzu
Amministratore
*****




Ti ama davvero!

   
WWW    E-Mail

Posts: 3860
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #6 Data del Post: 28.12.2017 alle ore 10:08:32 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Mentre rispondi a Marmar, volevo rispondere a questo:
Quote:
In effetti, la frammentazione nel movimento evangelico davvero impressionante...
S e no...
Come giustamente dici, quello evangelico un movimento, non una struttura piramidale come la Chiesa Cattolica (dove comunque esistono vari movimenti molto diversi fra loro) o i Testimoni di Geova. In assenza di un'autorit umana assoluta che determina quale sia la verit ultima (magistero cattolico o Torre di Guardia) si producono inevitabilmente accenti e pratiche diverse, o anche dottrine secondarie diverse.
Questo non preclude per una comunione reale al di l delle differenze fra chiunque abbia fede in Cristo e questo forum ne la prova, visto che apparteniamo tutti a denominazioni diverse.
Se l'identit in Cristo e la comunione innanzitutto spirituale, ci sar anche spazio per la ricerca comune della verit nell'amore fraterno.
 
Mi rendo conto che sia un approccio un po' destabilizzante per chi abituato ad ricevere senza discussioni ogni interpretazione e ogni regola dall'alto, ma la differenza che c' fra la libert in Cristo e il controllo dell'uomo.
Loggato

Francesco

"E' meglio accendere una candela che lamentarsi delle tenebre"
Romina
Osservatore
*



Dio Amore

   
WWW    E-Mail

Posts: 11
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #7 Data del Post: 29.12.2017 alle ore 13:14:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.12.2017 alle ore 22:02:29, Marmar wrote:
Perch?

 
La risposta pi spontanea e sincera che posso darti a questa domanda... che semplicemente nutro una scarsa fiducia negli esseri umani, in generale. Non solo e non tanto - almeno in questo caso, trattandosi di cristiani - sulla buona fede delle persone... ma proprio sulla capacit di discernimento. La mente umana pu giocare strani scherzi, e sono abbastanza convinta che molte manifestazioni paranormali, tra i pentecostali come altrove, abbiano una natura isterica.
Sono nata e cresciuta in terra di tarantate, e ho una formazione personale e professionale che mi porta ad interpretare la cosa in questo modo.
Un altro motivo che questi "doni" si manifestano sempre e soltanto laddove il contesto li accetta e li incoraggia: nessun pastore valdese, battista, metodista o di altre denominazioni non pentecostali si sognerebbe di mettersi a parlare in lingue, e tanto meno lo farebbero i credenti. Credo che se questi "doni" fossero di natura divina si manifesterebbero a prescindere dalle varie denominazioni, a maggior ragione in assenza di una struttura piramidale. Non credo che il Signore tenga conto delle denominazioni e instauri un rapporto diverso con ognuno di noi in base alla denominazione a cui abbiamo scelto di aderire.
 
Loggato
elovzu
Amministratore
*****




Ti ama davvero!

   
WWW    E-Mail

Posts: 3860
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #8 Data del Post: 29.12.2017 alle ore 15:45:10 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Il fatto che qualcuno simuli certe manifestazioni spirituali (cose senz'altro vera) o che altri si facciano influenzare pi o meno coscientemente dall'ambiente che frequentano, non nega in modo assoluto che certe manifestazioni possano essere autentiche.
 
Ogni grande risveglio spirituale del passato ha visto la riscoperta di alcuni aspetti dimenticati della fede inseme a forti manifestazioni spirituali di qualche tipo, diverse fra loro, ma con qualcosa in comune: tutte superavano i confini denominazionali e portavano le persone a un rinnovato rapporto personale con Dio e con i fratelli.
 
Personalmente non credo che le manifestazioni in s siano garanzia di verit o di presenza dello Spirito Santo, ma credo che sia altrettanto sbagliato negare la possibilit che lo Spirito possa rivelarsi, in linea con la verit biblica, attraverso carismi speciali fra chi li cerca.  
 
1Corinzi 14:12
Cos anche voi, poich desiderate i doni dello Spirito, cercate di abbondarne per l'edificazione della chiesa.
 
Se vuoi approfondire...
  "Le barriere denominazionali create dall'uomo crollarono completamente mentre i credenti e i pastori adoravano insieme il loro magnifico Signore." da http://www.evangelo.org/risvegli.asp?operazione=visualizza&id=8
 
https://www.youtube.com/watch?v=lahNdU6yheE
 
https://www.youtube.com/watch?v=PZlP8qBtJCo
 
Il secondo grande risveglio si realizz in diversi episodi e con diverse denominazioni; tuttavia, i risvegli erano molto simili tra di loro.... Ogni denominazione ebbe la possibilit di prosperare sulla frontiera." da https://it.wikipedia.org/wiki/Secondo_grande_risveglio
Loggato

Francesco

"E' meglio accendere una candela che lamentarsi delle tenebre"
Romina
Osservatore
*



Dio Amore

   
WWW    E-Mail

Posts: 11
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #9 Data del Post: 29.12.2017 alle ore 21:12:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ho visto tutto, grazie.
Effettivamente impressionante. Gli effetti dell'isteria di massa non si protraggono nel tempo, e non producono cambiamenti cos profondi e duraturi nelle persone.
No, non escludo a priori che lo Spirito Santo possa rivelarsi... Anche se non fossi cristiana, non sarei comunque cos arrogante da permettermi di esprimere giudizi categorici al riguardo: prevale il dubbio, infatti.
Mi spiego meglio: se mi trovo nel bel mezzo di un culto pubblico, come mi capitato spesso in passato (qui i pentecostali girano le piazze, esibendosi in canti e danze alternate a momenti di adorazione) e vedo la gente andare in estasi oppure sentirsi decisamente male, viste le modalit in cui il rito si svolge, non difficile presupporre un fortissimo condizionamento psicologico, tantopi che le stesse persone "graziate" nel corso di tali eventi, il giorno dopo continuano la loro esistenza esattamente come prima, e anzi si lamentano di essersi sentite male "per colpa di quella strana gente". Non ho sentito nessuno parlare in lingue in queste occasioni, ma per il clima che si creava sarebbe bastato un piccolo input da parte del predicatore per innescare una babele. Se poi tra mille istericoni c' qualcuno che riceve davvero lo Spirito Santo, poco importa ai miei occhi, perch avviene comunque in un contesto di falsit generalizzata e pregna di inconsapevolezza.
La Grazia autentica e duratura, secondo me, giunge con la conoscenza e con un cammino spirituale lento e consapevole.  
Certo, le vie del Signore sono infinite e misteriose, e se i racconti di ci che accaduto nel Galles e altrove sono veritieri, sia eterna lode a Dio e taccia la mia bocca indegna... ma in quel caso si trattato - mi par di capire - di avvenimenti del tutto spontanei. Diverso mettersi in piazza a gridare come degli invasati frasi dal contenuto soprannaturale a persone perlopi anziane, fragili e facilmente suggestionabili.
Quindi non lo Spirito Santo l'oggetto dei miei dubbi, ma il modo in cui viene strumentalizzato da molti.
Loggato
elovzu
Amministratore
*****




Ti ama davvero!

   
WWW    E-Mail

Posts: 3860
Re: Orientamento delle Chiese Evangeliche
« Rispondi #10 Data del Post: 31.12.2017 alle ore 14:21:30 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Siamo d'accordo.
 
Matteo 7:18 Un albero buono non pu fare frutti cattivi, n un albero cattivo fare frutti buoni. 19 Ogni albero che non fa buon frutto tagliato e gettato nel fuoco. 20 Li riconoscerete dunque dai loro frutti.
21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore! entrer nel regno dei cieli, ma chi fa la volont del Padre mio che nei cieli. 22 Molti mi diranno in quel giorno: "Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome tuo e in nome tuo cacciato demni e fatto in nome tuo molte opere potenti?" 23 Allora dichiarer loro: "Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori!"
 
Il Signore agisce come e quando vuole. Ho visto persone cambiare completamente vita in un attimo con forti conversioni emozionali e altre fare lunghi percorsi di crescita, ma l'unico modo per sapere se qualcosa veramente da Dio guardare i frutti.
Se da Dio si deve vedere... "Il frutto dello Spirito invece amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bont, fedelt, mansuetudine, autocontrollo" Galati 5:22
Loggato

Francesco

"E' meglio accendere una candela che lamentarsi delle tenebre"
Pagine: 1  torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy