Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Attualit a confronto con la Bibbia
(Moderatori: andreiu, ilcuorebatte, Marmar)
   Essere chiesa ai tempi del Covid-19
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Essere chiesa ai tempi del Covid-19  (letto 422 volte)
Giamba
Admin
*****





   
WWW    E-Mail

Posts: 3927
Essere chiesa ai tempi del Covid-19
« Data del Post: 27.04.2020 alle ore 10:30:00 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Sul settimanale Riforma ha preso vita un interessante dibattito sul modo in cui le chiese hanno dovuto "reinventarsi" durante la pandemia, tra l'impossibilit di avere una comunione "fisica" e le opportunit offerte dalle nuove tecnologie.
Condivido l'ultimo contributo https://riforma.it/it/articolo/2020/04/23/fedeli-carne-e-ossa-un-problem a-antico?fbclid=IwAR2jVOhnP2mGeZUekHLLz4GMe9sHBoKCTo3LRnZ14nEcYY3DtV8TUPsoj4A; consiglio di partire dal primo intervento (link dentro questo articolo) e seguire lo sviluppo del dialogo.
Loggato

Dai manichei che ti urlano "o con noi o traditore!", libera nos Domine!
principessa75
Membro familiare
****




ISAIA 43 :10

   
WWW    E-Mail

Posts: 505
Re: Essere chiesa ai tempi del Covid-19
« Rispondi #1 Data del Post: 27.04.2020 alle ore 14:38:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

[banche noi TDG non possiamo riunirci e teniamo le nostre adunanze con zoom][/b]
Loggato

2Timoteo 3:16-17
16 Ogni Scrittura ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, 17 perch l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buo
New
Membro familiare
****



DIO AMORE

   
WWW    E-Mail

Posts: 3956
Re: Essere chiesa ai tempi del Covid-19
« Rispondi #2 Data del Post: 01.11.2020 alle ore 16:20:28 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.04.2020 alle ore 10:30:00, Giamba wrote:
comunione "fisica" e le opportunit offerte dalle nuove tecnologie

Ogni nuova tecnologia che contribuisce a mantenere la comunione tra i fedeli deve essere ben accolta perch la chiesa il corpo di Cristo e non esiste chiesa senza comunione tra i cristiani.
Il Signore vuole la comunione.
Certamente le disposizioni sanitarie devono essere rispettate, questo ovvio, ma non si pu mettere un virus al di sopra del Signore Ges Cristo.
Ieri una signora mi ha detto che non intende andare in chiesa perch ha paura del virus, ma probabilmente quella donna non ha ancora capito che il Nome del Signore Ges al di sopra di ogni altro nome e quindi anche del virus di nome covid 19.
Ripeto: S alle precauzioni sanitarie, ma soprattutto s alla Parola di Dio.
Si sente sempre parlare quasi esclusivamente di covid, ma perch non si parla di Ges?
Mi viene in mente questo versetto che ci fa tanto riflettere:
 
... Ma quando il Figlio dell'uomo verr, trover la fede sulla terra? - Luca 18:8
« Ultima modifica: 07.11.2020 alle ore 15:43:37 by New » Loggato
New
Membro familiare
****



DIO AMORE

   
WWW    E-Mail

Posts: 3956
Re: Essere chiesa ai tempi del Covid-19
« Rispondi #3 Data del Post: 07.11.2020 alle ore 16:41:40 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Le malattie sono terribili, fanno soffrire e causano paura non sono agli ammalati, ma anche ai familiari che sono preoccupati per la salute del loro cari.
In particolare le malattie contagiose, come l'attuale covid 19, sono anche delle terrificanti minacce di contagio che isolano il malato privandolo della vicinanza di una persona che prega per lui, lo consola, lo incoraggia, mentre tutti i malati hanno tanto, tanto bisogno di queste cose e purtroppo ci sono casi in cui i malati, per paura del contagio, vengono non solo isolati, ma addirittura rifiutati. Ma la paura non pu essere una giustificazione e nemmeno una scusa per rifiutare delle persone perch tutti hanno diritto ad un loro posto nella comunit.
Dalla Parola di Dio (Luca 5:13) sappiamo che il Signore Ges tocc un lebbroso e il Signore ha detto a noi di imporre le mani ai malati (Marco 16:18).
Non voglio adesso dire che dobbiamo essere imprudenti e sprovveduti, ma pur con le dovute e necessarie precauzioni sanitarie, non possiamo non portare il Cristo ai sofferenti.
Ges ha toccato un lebbroso, probabilmente agli occhi della gente, ha rischiato di essere pure lui contagiato e diventare quindi pericoloso per gli altri e di non poter pi stare in comunit. Ma proprio l'esclusione di una persona che Ges non vuole, infatti, dopo averlo guarito manda quell'uomo dal sacerdote per essere cos riammesso in societ.
Il diavolo vuole isolarci, ma il Signore non vuole che ci siano persone abbandonate e nostro compito anche di far s che nessuno si senta solo.
« Ultima modifica: 07.11.2020 alle ore 17:43:29 by New » Loggato
Pagine: 1  torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy