Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Il greco del N.T. e della LXX
(Moderatore: andreiu)
   Arsenokoites
« Nessun Topic | Prossimo Topic »
Pagine: 1  vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Arsenokoites  (letto 610 volte)
ilcuorebatte
Admin
*****




"Noi ci battiamo per il nostro tutto" Atanasio

   
WWW    E-Mail

Posts: 2861
Arsenokoites
« Data del Post: 20.08.2020 alle ore 12:40:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ciao Andreiu, ciao Asaf, volevo chiedervi a voi o a chiunque voglia intervenire, un parere linguistico su questa parola e la sua traduzione in 1 TM 1,8-10. Riporto quanto letto su un testo, di Justin R. Cannon: Bibbia, Cristianesimo e Omosessualit per chi usa Kindle lo trova compreso nell'abbonamento unlimited o in alternativa eventualmente si pu anche scaricare un estratto. Il punto che sottopongo di natura linguistica e traduttiva e non riguarda la questione dell'omosessualit.
Riporto dalla met del versetto 9:
 
...ma per gli iniqui e i ribelli, per gli empi e i peccatori, per i sacrileghi e gli irreligiosi, per coloro che uccidono padre e madre, per gli omicidi, per i fornicatori, per i sodomiti, per i mercanti di schiavi, per i bugiardi, per gli spergiuri e per ogni altra cosa contraria alla sana dottrina, secondo il vangelo della gloria del beato Dio, che egli mi ha affidato.
 
La parola Arsenokoites qui resa con sodomiti, ma in altre versioni con "pervertiti" o anche "omosessuali" per cui non vi proprio unanimit da parte dei traduttori, probabilmente la CEI che traduce "pervertiti" quella pi prudente sul piano traduttivo.
 
La parola un neologismo creato dall'apostolo Paolo quindi non ha dei precedenti nel greco, ha avuto poi una sua evoluzione nel tempo ed stata usata con l'eccezione di "molestatore di fanciulli" (pedofilo?) e nell'atto omosessuale maschile per indicare la parte attiva. Il significato letterale Uomo-letti e eufemisticamente si usa per indicare qualcuno che fa sesso con qualcun altro.  
(Su questo punto e qui chiedo anche il vostro supporto sono in disaccordo con l'autore, proprio per gli esempi linguistici che porta:
"doulokoites" - chi fa sesso con gli schiavi
"metrokoites" - chi fa sesso con la madre
"polukoites" - chi fa sesso con molte persone
A questo punto perch "arsenokoites" , la rende: "che fa sesso con qualcun altro" e non con gli uomini, come nel caso di tutti gli altri neologismi dove si sotto intendono come soggetto il primo termine che li compone?)  
 
La parola all'interno di una griglia:
 
A iniqui e i ribelli
B empi e i peccatori
C sacrileghi e gli irreligiosi
D uccidono padre e madre, per gli omicidi
E fornicatori, per i sodomiti, per i mercanti di schiavi
F bugiardi, per gli spergiuri
 
Linguisticamente le categorie hanno dei punti in comune, tutte tranne la riga E, in cui troviamo le parole: pornos, arsenokoites e andrapodistes .
 
(The KJV New Testament Greek Lexicon)
-Pornos: Maschio che si prostituisce; un prostituto; maschio che si dedica a rapporti sessuali contrari alla legge; un fornicatore.
-Andrapodistes: mercanti di schiavi; rapitore, sequestratore di uomini; a) chi ingiustamente riduce maschi liberi in schiavit b) chi ruba gli schiavi altrui.
 
L'autore qui inserisce l'affermazione di Paolo per la riga E all'interno del contesto della questione dei "catamiti", ovvero degli schiavi adolescenti usati per la prostituzione ed il termine "pornos" secondo l'autore lo conferma, per cui la sua traduzione del passo tenendo conto della griglia di termini in cui inserito, sarebbe nell'ordine:
 
prostituti, chi giace con i prostituti (ne abusa) e chi procura questi prostituti  
la stessa linea traduttiva viene avvalorata anche da 1 Corinzi 6,9-10, dove la NIV e la RSv traducono "malakos" (molle) come prostituti, mentre la Jerusalem Bible come "catamita". Nelle nostre versioni italiane pi utilizzate la parole viene resa con "effeminati", la Diodati forse la pi letterale: "n i molli, n quelli che usano co' maschi" da cui anche in questo caso arsenokoitai viene inteso come persona che va con un prostituto e quindi parte attiva del rapporto sessuale, in contrapposizione alla parte passiva (molle)  
 
Secondo l'autore la denuncia di paolo non quindi sulla pratica omosessuale in se nel contesto di questi due passaggi (ricordiamoci che la questione puramente filologica), ma contro la prostituzione. Da cui la traduzione di arsenokoites come sodomita, o omosessuale pi un interpretazione che una traduzione.  
 
Io mi limito a fare alcune osservazioni di contesto, la prima e che l'omosessualit come oggi intesa nasce all'inizio del XX secolo. Nella societ romana era intesa sotto forma di pratica sessuale ma rinchiusa in determinati contesti ed era esercitata passivamente appunto dai prostituti adolescenti perch era cosa disonorevole per un cittadino romano, come anche greco essere parte passiva in un rapporto sessuale. Questa prassi era in uso ancora ai tempi dell'apostolo Paolo e non esistevano altre forme di rapporti omosessuali nella Societ, per esempio tra persone adulte di pari dignit. Quello che trovo invece strano e che non parli invece della prostituzione femminile come questione sociale ma magari mi sfugge qualche riferimento.
 
« Ultima modifica: 21.08.2020 alle ore 15:12:41 by ilcuorebatte » Loggato

"Per coloro che credono nessuna prova necessaria, per coloro che non credono nessuna prova sufficiente." Stuart Chase
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5381
Re: Arsenokoites
« Rispondi #1 Data del Post: 04.03.2021 alle ore 12:44:34 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Chiedo scusa per lenorme ritardo della mia risposta. In realt il temine indica lomosessualit. un termine composto dal verbokoito con arsen o arren che indica ci che maschile.
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
salvo49
Simpatizzante
**



W questo FORUM!!!

   
WWW    E-Mail

Posts: 25
Re: Arsenokoites
« Rispondi #2 Data del Post: 08.03.2021 alle ore 06:51:46 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 04.03.2021 alle ore 12:44:34, andreiu wrote:
Chiedo scusa per lenorme ritardo della mia risposta. In realt il temine indica lomosessualit. un termine composto dal verbokoito con arsen o arren che indica ci che maschile.

Io credo che questa sia la risposta pi oggettiva che si potesse dare. La ricerca di altri significati poco utile.
Loggato

https://fratelli.freeforumzone.com/d/11742151/Welcome-into-the-Forum/discussione.aspx
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5381
Re: Arsenokoites
« Rispondi #3 Data del Post: 23.03.2021 alle ore 00:12:27 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 08.03.2021 alle ore 06:51:46, salvo49 wrote:

Io credo che questa sia la risposta pi oggettiva che si potesse dare. La ricerca di altri significati poco utile.

 
Grazie Salvo  
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Pagine: 1  torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Nessun Topic | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy