Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Benvenuti
   Le notizie e gli articoli di evangelici.net
(Moderatori: saren, Asaf)
   Speciale terremoto
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Speciale terremoto  (letto 20680 volte)
Server_Notizie
Admin
*****



Evangelici.net Notizie

   
WWW    E-Mail

Posts: 910
Speciale terremoto
« Data del Post: »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Per aggiornare tempestivamente sull'attivit delle organizzazioni evangeliche, i bisogni della popolazione e delle chiese locali, le opportunit di aiuto pratico sul posto e a distanza, evangelici.net avvia nel suo forum questo speciale interattivo sull'Emergenza terremoto dove, in collaborazione con le realt interessate, compariranno novit e i dettagli delle iniziative.


 
dalle Notizie di evangelici.net:
 
MILANO Partiranno nei prossimi giorni i primi aiuti delle organizzazioni evangeliche italiane alle popolazioni colpite dal sisma in Emilia: in collaborazione con la Protezione Civile giungeranno nell'area generi di prima necessit offerti da Ocpad e i primi volontari di SalvatixServire, mentre in queste ore si aggiungono nuovi canali per le donazioni a favore del sostegno ai terremotati.

Mentre l'Italia commemora i drammi del sisma, sul territorio continuano a susseguirsi ogni giorno decine di scosse di minore entit che provano fisicamente e psicologicamente la popolazione, stretta tra paura e disagi; per alleviare le condizioni degli sfollati si adoperano dal primo giorno, sul piano materiale e spirituale, le comunit evangeliche Adi di Cento e la sua missione di Finale Emilia, impegni complicati da crolli che hanno reso inagibili i locali di culto di entrambe le localit.

Il responsabile della chiesa, Eliseo Lattuca, raggiunto al cellulare da evangelici.net, conferma e spiega che gli evangelici di Cento non vogliono lamentarsi. Ringraziamo il Signore di essere in vita, di non essere stati in chiesa nel momento in cui le travi hanno ceduto e si verificato il crollo. Solo poco prima si era tenuta una riunione e ce ne sarebbe stata un'altra a breve. Due famiglie della chiesa di di Cento (FE) sono rimaste senza casa a seguito delle scosse.

Tra i membri della comunit, come in tutta la popolazione, l'ansia per lo stillicidio di paure causato dalle continue scosse di assestamento che, ormai, si susseguono da due settimane. Si cerca la comunione fraterna - continua Lattuca, commosso - e rendere insieme un culto al Signore un conforto prezioso. Finora, purtroppo, a Cento la ricerca di un locale alternativo dove riunirsi stata vana: situazione pi che comprensibile, in un territorio in piena emergenza terremoto. I credenti evangelici del luogo sono orientati verso la ricostruzione dell'edificio, impegno che per al momento risulta proibitivo per una comunit che vive l dove attivit produttive e commerciali sono disastrate e molti sono rimasti senza lavoro.

Per portare aiuto nelle zone colpite a chi da un momento all'altro si trovato senza casa, senza lavoro e in una condizione di estrema precariet, si sono messe in moto diverse associazioni ed enti cristiani evangelici, che aprono raccolte di generi di prima necessit e di fondi. Una delle prime ad attivarsi stata Ocpad, associazione di volontariato evangelica che normalmente con il progetto "Nonseisolo" raccoglie e distribuisce cibo agli indigenti. Per contribuire al sostegno degli sfollati l'organizzazione ha previsto una raccolta straordinaria di generi alimentari nelle sedi di Cremona, Desio (MCoatto, Lissone (MCoatto e Sovigliana Vinci (FI).

Ocpad, inoltre, ha previsto la partecipazione di propri volontari al progetto d'aiuto di "SalvatixServire", associazione curata dalle assemblee evangeliche del movimento dei Fratelli che ha gi operato a L'Aquila e che ora, in collaborazione con le chiese della zona colpita dal sisma, conta di potersi mettere a disposizione della Protezione Civile nel corso della settimana.


« Ultima modifica: 21.06.2012 alle ore 18:35:43 by alle » Loggato

Newsfeed RSS e istruzioni per avere le notizie sul tuo sito
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale emergenza terremoto
« Rispondi #1 Data del Post: 04.06.2012 alle ore 15:05:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Massimo Pecoraro, presidente del Comitato amministrativo di Ocpad (vedi post precedente) ha deciso di contribuire all'emergenza terremoto avviando una raccolta cibo straordinaria tra le sue Sedi Operative.  
 
Obiettivo: inviare un carico di cibo in Emilia  Romagna accompagnato da Bibbie e materiale evangelistico.
 
Il cibo che sar inviato di tipo da non cucinare (che si possa aprire e mangiare) e a lunga conservazione.
 
Le Sedi Operative di Ocpad:
CREMONA - via Manini, 16
DESIO (MCoatto - via Davide Guarenti, 5
LISSONE (MCoatto - via Monza, 11
SOVIGLIANA VINCI (FI) - via Fabio Filzi, 28
 
Chi desidera inviare offerte in danaro pu contattare il tesoriere di Ocpad: letizia.pecoraro@ocpad.it
 
Il sito web dell'associazione: www.ocepad.it
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale emergenza terremoto
« Rispondi #2 Data del Post: 04.06.2012 alle ore 15:19:17 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ocpad comunica che i volontari di SalvatixServire (vedi post precedenti) partiranno da l'Aquila dove si trovano mezzi e attrezzature. Il presidente di Ocpad, Massimo Pecoraro,  prevede che i volontari della sua associazione possano unirsi al team di SalvatixServire a Firenze e mettersi a disposizione della Protezione Civile nelle zone del terremoto entro gioved prossimo.
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale emergenza terremoto
« Rispondi #3 Data del Post: 04.06.2012 alle ore 15:31:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

L'Alleanza evangelica italiana appoggia l'iniziativa dell'associazione Renata di Francia di Ferrara.
 
L'associazione Renata di Francia onlus "ha aperto una raccolta di fondi per aiutare tutti coloro che hanno subito danni per il terremoto in Emilia Romagna".  
 
In un comunicato l'associazione scrive e volentieri riportiamo:
 
"Per il tuo contributo puoi usare il c.c. postale sotto indicato:
89867048
 
Oppure le coordinate bancarie qui sotto:
Sede di Ferrara: via Briosi n. 82
44100 FERRARA
Cod. Fiscale: 93060110389 P. Iva: 01664360383
Bancoposta: IT 14 X 07601 12200 000070795208
 
Registro del volontariato della Provincia di Ferrara
Sede di Rovigo: via Livello , 45
45100 BORSEA (RO)
Tel. e fax 0425/404136,  348/8101416  
Cod. Fiscale: 01339920298
Bancoposta: IT 39R 07601 12200 000089867048
Registro del volontariato della Regione Veneto
 
email: renatadifrancia@libero.it
www.renatadifrancia.org
 
Di tutte le somme raccolte sara dato puntuale resoconto sul nostro sito: www.renatadifrancia.org"
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale emergenza terremoto
« Rispondi #4 Data del Post: 04.06.2012 alle ore 15:55:21 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

La Federazione delle Chiese evangeliche in Italia FCEI ha lanciato una sottoscrizione.
 
L'Agenzia di socorso avventista ADRA pronta a intervenire.
 
Per i dettagli: http://www.fedevangelica.it/articolo-2.php?id=865
« Ultima modifica: 21.06.2012 alle ore 18:39:59 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale emergenza terremoto
« Rispondi #5 Data del Post: 21.06.2012 alle ore 14:22:13 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

L'IPF (Istituto per la famiglia) Onlus di Sassuolo (MO), collegato alla Chiesa evangelica indipendente (CCEI), attivo nel sostenere e ospitare le famiglie colpite dal terremoto. Di recente ha dovuto affrontare ingenti spese per adeguare la capienza igienica della sua struttura. Ospita, infatti, attualmente una cinquantina di persone sfollate. Inoltre, con una colonna operativa mobile sta portando aiuto materiale e spirituale nelle zone colpite.
 
Per chiunque volesse sostenere quest'opera nell'emergenza terremoto segnaliamo il conto corrente sul quale poter donare un aiuto:
 
c/c bancario intestato a IPF-ONLUS SASSUOLO  
IBAN IT 12 O 05034 66821 000000022278
BANCO POPOLARE DI VERONA FILIALE DI POZZA MARANELLO
Causale: Emergenza Terremoto Emilia
 
Dal sito di IPF: L'IPF onlus di Sassuolo, un'Associazione di volontariato che non ha fini di lucro neanche indiretto ed opera esclusivamente per fini di solidariet sociale, sulla base degli insegnamenti cristiani evangelici.
L'associazione nasce nell'ambito della realt della Chiesa Evangelica indipendente (C.C.E.I.), attiva su Sassuolo dal 2003, che come naturale completamento delle proprie attivit religiose ed ecclesiali, ha sempre svolto un'attivit di aiuto e sostegno a persone in difficolt di carattere sociale e materiale.  
L'allargarsi di questa attivit e il desiderio dei volontari di strutturarle maggiormente, hanno portato alla costituzione dell'associazione IPF. Pertanto anche se l'associazione nata nel marzo del 2010 con la costituzione della sezione IPF di Sassuolo, l'attivit stata svolta fin dall'inizio dell'attivit della Chiesa su Sassuolo. L'idea di costituire l' associazione IPF-Onlus di Sassuolo nata anche: per rendere pi ampio il raggio di azione, per avere la possibilit di acquisire dei locali pi ampi e per dare maggiore visibilit e completezza all'opera iniziata gi da diversi anni dalla Chiesa evangelica indipendente di Sassuolo.  
 
Il sito di IPF con foto dell'attivit in corso, notizie e testimonianze: http://www.ipfsassuolo.it/index.html
« Ultima modifica: 21.06.2012 alle ore 18:41:43 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale terremoto
« Rispondi #6 Data del Post: 21.06.2012 alle ore 21:48:23 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Riportiamo una
lettera redatta dal "Comitato delle Chiese dei Fratelli Emergenza per il terremoto in Emilia e Lombardia" (v. in calce i nomi dei componenti il Comitato)

 
Alle Assemblee Loro sedi
 
Oggetto: richiesta di "aiuti pro terremotati", gestiti dal "Comitato delle Chiese dei Fratelli Emergenza per il terremoto in Emilia e Lombardia"
 
Cari fratelli,  
 
sicuramente siete al corrente degli eventi che riguardano il terremoto in Emilia e Lombardia.  
Al di l del disastro causato dal sisma, il vero problema per la popolazione di quei luoghi sembrano essere l'incertezza e la paura per il futuro, provocate da questo avvenimento. Questo evento, infatti, stato caratterizzato da aspetti insoliti. Prima di tutto si verificato in pianura anzich in zone montane, come normalmente succede, e lepicentro si spostato pi volte; la seconda scossa, poi, avvenuta a distanza di una settimana ed stata pi distruttiva della prima e infine si verificato il fenomeno della liquefazione.  
 
Tutte queste particolarit hanno fatto pensare ai geologi che probabilmente ci troviamo di fronte ad un movimento tellurico che potrebbe durare ancora mesi o anni, e che le prossime scosse potrebbero essere pi forti delle prime.
Il problema pi reale per chi vive in quelle localit sembra essere la perdita della sicurezza e, come sappiamo noi credenti, questo avvicina di pi l'uomo alla realt che nessuno al sicuro, se non ha affidato la sua vita a Cristo.
 
A noi fratelli, che viviamo nelle vicinanze, parso di vedere una porta aperta, l dove fino ad ora  tutti i tentativi di portare l'Evangelo erano naufragati. Nei paesi pi colpiti dal terremoto, infatti, non esiste neppure una nostra assemblea.
 
Viste le obiettive necessit, sia materiali che spirituali, presenti in quei luoghi, il giorno 7/6/2012 abbiamo ritenuto opportuno organizzare un incontro, al quale invitare gli anziani delle assemblee vicine alla zona colpita da questo evento e alcuni membri di "Salvati per servire" che, avendo operato per diversi mesi in occasione del terremoto dell'Aquila, hanno dato e danno tutt'ora il loro  prezioso contributo di esperienza.  
 
Ci siamo cos incontrati ed abbiamo costituito un comitato, che rappresenta  le sette chiese presenti a quell'incontro, e che ha come obiettivo, sia  quello di intervenire in modo efficiente in questo frangente, sia di essere pronto anche in seguito ad intervenire in altri eventuali futuri eventi drammatici.
Abbiamo, inoltre, chiesto allEnte Morale delle Chiese dei Fratelli la disponibilit a concedere l'utilizzo del proprio conto corrente, per permettere a coloro che volessero inviare dei doni, di versarli esclusivamente sul conto corrente suddetto, con la causale "Pro terremoto Emilia e Lombardia", allo scopo di poter garantire la maggior trasparenza possibile e poter godere cos della fiducia della fratellanza.
 
Invitiamo, quindi, ogni assemblea a sostenerci prima di tutto in preghiera, in modo che possiamo svolgere al meglio il compito che il Signore ci ha affidato. Vi chiediamo, in particolare, di pregare il Signore di:
1) Mandare operai  nella Sua messe, per aiutare spiritualmente e materialmente coloro che sono stati colpiti dal terremoto.
2) Concedere a chi opera in questo ministero tanta saggezza e spirito di servizio per poter condurre ogni attivit nel modo pi opportuno.
3) Concedere anche i beni e le offerte di cui c' realmente bisogno.
 
I beni che, dopo aver visitato diversi campi di accoglienza, abbiamo individuato e ritenuto necessario ricercare prima di tutto tra la fratellanza sono:
 
- alimenti a lunga conservazione di vario tipo,
- bottigliette dacqua da litro,
- stoviglie in plastica,
- biancheria intima (vista la difficolt, specialmente in questo periodo di prima emergenza, di poter
 lavare i propri indumenti),
- prodotti per l'igiene degli ambienti e della persona, in particolare per i bambini e le donne,
- lavatrici,
- asciugatrici,
- gruppo elettrogeno diesel silenziato,
- tenso - struttura 10x15 metri con impianto elettrico e con pompa di calore,
- container con bagno e doccia,
- container con cucina da campo,
- cabina bagno,
- furgone a 9 posti,
- letti gonfiabili,
- letti pieghevoli,
- palco di 6x4 metri,
- tavoli pieghevoli e sedie,
- sacchi a pelo,
- fornelli da campo,
- torce elettriche,
- camper e roulotte.
 
In questo primo periodo la necessit pi urgente sembra essere quella di alcune roulotte, che serviranno per sistemare famiglie disagiate, fino a quando non saranno montati dalla protezione civile i primi prefabbricati.
 
I fratelli che abitano nella zona di Modena e Carpi o, comunque, limitrofa alla zona di Finale, possono ospitare chi ha subito danni alla propria abitazione.
 
In questo momento sono richiesti anche cuochi ed elettricisti per lallestimento di nuove zone di raccolta.
 
Vi , inoltre e soprattutto, la necessit di ricevere la collaborazione di fratelli e sorelle, disposti ad accompagnarci nelle visite che faremo nei campi di accoglienza.
Chiediamo che questi nostri collaboratori:
 
1) diano la loro disponibilit per almeno una settimana,  
2) siano accompagnati da una lettera degli anziani della loro assemblea,
3) comunichino la loro disponibilit, possibilmente, con almeno una settimana di anticipo.    
 
Vi segnaliamo le Coordinate bancarie e postali dell'Ente Morale per effettuare versamenti e bonifici, indicando la causale:  "Pro terremoto Emilia e Lombardia" :  
 
1) BANCA DI ANGHIARI E STIA CREDITO COOPERATIVO
    Via Mazzini, 17 Anghiari (AR)    IBAN  IT 56 O  08345  71310  000000004801
     
2) BANCOPOSTA Posteitaliane S.p.A.  C/C postale 19729508 intestato a Opera Chiese Cristiane Dei Fratelli
    IBAN   IT 70  W  07601  14100  000019729508  
 
Per contattarci potete usare questo recapito:
 
e-mail: fratelliinemergenza@gmail.com  Carlo Neri  tel. 3470526498    059 9780745

 
Vi salutiamo con affetto fraterno in Cristo.
 
I membri del comitato " Emergenza per il terremoto in Emilia e Lombardia"
 
Mirco Franzini, dell'assemblea di Borgofranco sul Po (MN) e prs.di "Il buon Samaritano".
Sgarbanti Claudio, dell'assemblea di Reggio Emilia, via Bligny,  22.  
Neri Carlo, socio dell'Ente Morale e prs. di "Solidariet Evangelica in Emilia Romagna".
Daniele Salini dell'assemblea di Piacenza Vicolo Molineria S. Nicol, 3/a.
Clemente Massimo dell'assemblea di Nonantola (MO).
Pasquale Di Nunzio dell'assemblea di Sesto S. Giovanni (MI).
Nazario Morsillo dell'assemblea di Reggio Emilia via Papa Giovanni 23 , 26/ab.
Vincenzo Viciconte dell'assemblea di Monte S. Giacomo (SA) e prs. di "Salvati per Servire"
.
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale terremoto
« Rispondi #7 Data del Post: 03.07.2012 alle ore 10:36:12 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Rassegna stampa - da Sassuolo 2000 - 3 luglio 2012
 
Israele dona a Mirandola quattro strutture mobili per percorso nascita  
 
Lo Stato d'Israele dona a Mirandola quattro casette mobili destinate al percorso nascita, in attesa del ripristino della struttura dell'ospedale. Per l'occasione era oggi a Mirandola il vicepremier e ministro degli Esteri israeliano Avigdor Liberman, che ha ideato l'iniziativa. [...]
Le strutture donate, alle quali si sono aggiunti ulteriori 50mila euro, verranno utilizzate - in accordo con i servizi sociali dell'Unione dei Comuni Area Nord e con il consultorio famigliare - come 'Isola nido' per alcune neomamme ed i loro neonati che, dovendo rientrare nei campi dopo il parto, potrebbero beneficiare per un breve periodo di uno spazio nel quale ricevere il necessario sostegno ostetrico e neonatale in una situazione abitativa pi confortevole rispetto alla tenda. Questa soluzione consentir anche di favorire la gestione dell'allattamento al seno, la medicazione del moncone ombelicale, il bagnetto del neonato e tutte quelle attivit che in una realt come il campo possono divenire estremamente disagevoli.  
In accordo con i servizi sociali dell'Unione dei Comuni Area Nord, stata individuata una area urbanizzata al di fuori del perimetro strettamente 'sanitario' dell'ospedale. Saranno cos facilitate le dimissioni delle puerpere dai centri nascita della provincia, le quali potranno fare riferimento alla struttura in caso di dimissione precoce.  
 
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale terremoto
« Rispondi #8 Data del Post: 07.07.2012 alle ore 12:10:50 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

dalle Notizie di evangelici.net (5 giugno 2012):  
 
... Mentre l'Italia commemora i drammi del sisma, sul territorio continuano a susseguirsi ogni giorno decine di scosse di minore entit che provano fisicamente e psicologicamente la popolazione, stretta tra paura e disagi; per alleviare le condizioni degli sfollati si adoperano dal primo giorno, sul piano materiale e spirituale, le comunit evangeliche Adi di Cento e la sua missione di Finale Emilia, impegni complicati  da crolli che hanno reso inagibili i locali di culto di entrambe le localit.
 
Il responsabile della chiesa, Eliseo Lattuca, raggiunto al cellulare da evangelici.net, conferma e spiega che gli evangelici di Cento non vogliono lamentarsi. Ringraziamo il Signore di essere in vita, di non essere stati in chiesa nel momento in cui le travi hanno ceduto e si verificato il crollo. Solo poco prima si era tenuta una riunione e ce ne sarebbe stata un'altra a breve. Due famiglie della chiesa di di Cento (FE) sono rimaste senza casa a seguito delle scosse.
 
Tra i membri della comunit, come in tutta la popolazione, l'ansia per lo stillicidio di paure causato dalle continue scosse di assestamento che, ormai, si susseguono da due settimane. Si cerca la comunione fraterna - continua Lattuca, commosso - e rendere insieme un culto al Signore un conforto prezioso. Finora, purtroppo, a Cento la ricerca di un locale alternativo dove riunirsi stata vana: situazione pi che comprensibile, in un territorio in piena emergenza terremoto. I credenti evangelici del luogo sono orientati verso la ricostruzione dell'edificio, impegno che per al momento risulta proibitivo per una comunit che vive l dove attivit produttive e commerciali sono disastrate e  molti sono rimasti senza lavoro. ...

 
I credenti della Chiesa Adi di Cento - impegnati finora da necessit ed emergenze che ben possiamo immaginare - tramite il responsabile della comunit, pastore Eliseo Lattuca, confermano il desiderano ricostruire un loro luogo di culto a norma antisismica e comunicano a quanti desiderassero contribuire le coordinate per poterlo fare.  
 
Queste sono le coordinate:  
 
IBAN  IT 36A 05387 23400 0000015905 57
BIC  BPMOIT22XXX
BANCA POPOLARE DELLEMILIA ROMAGNA
AG. DI CENTO
Corso Guercino, 86
Intestazione: Lattuca Eliseo, Cilia Maurizio, Lattuca Ester  
 
Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
alle
Admin
*****




"Se perseverate nella mia parola ..." Giov 8:31

   
WWW    E-Mail

Posts: 17739
Re: Speciale terremoto
« Rispondi #9 Data del Post: 25.07.2012 alle ore 12:53:17 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 07.07.2012 alle ore 12:10:50, alle wrote:
dalle Notizie di evangelici.net (5 giugno 2012):  
 
... Mentre l'Italia commemora i drammi del sisma, sul territorio continuano a susseguirsi ogni giorno decine di scosse di minore entit che provano fisicamente e psicologicamente la popolazione, stretta tra paura e disagi; per alleviare le condizioni degli sfollati si adoperano dal primo giorno, sul piano materiale e spirituale, le comunit evangeliche Adi di Cento e la sua missione di Finale Emilia, impegni complicati da crolli che hanno reso inagibili i locali di culto di entrambe le localit.
 
Il responsabile della chiesa, Eliseo Lattuca, raggiunto al cellulare da evangelici.net, conferma e spiega che gli evangelici di Cento non vogliono lamentarsi. Ringraziamo il Signore di essere in vita, di non essere stati in chiesa nel momento in cui le travi hanno ceduto e si verificato il crollo. Solo poco prima si era tenuta una riunione e ce ne sarebbe stata un'altra a breve. Due famiglie della chiesa di di Cento (FE) sono rimaste senza casa a seguito delle scosse.
 
Tra i membri della comunit, come in tutta la popolazione, l'ansia per lo stillicidio di paure causato dalle continue scosse di assestamento che, ormai, si susseguono da due settimane. Si cerca la comunione fraterna - continua Lattuca, commosso - e rendere insieme un culto al Signore un conforto prezioso. Finora, purtroppo, a Cento la ricerca di un locale alternativo dove riunirsi stata vana: situazione pi che comprensibile, in un territorio in piena emergenza terremoto. I credenti evangelici del luogo sono orientati verso la ricostruzione dell'edificio, impegno che per al momento risulta proibitivo per una comunit che vive l dove attivit produttive e commerciali sono disastrate e molti sono rimasti senza lavoro. ...

 
I credenti della Chiesa Adi di Cento - impegnati finora da necessit ed emergenze che ben possiamo immaginare - tramite il responsabile della comunit, pastore Eliseo Lattuca, confermano il desiderano ricostruire un loro luogo di culto a norma antisismica e comunicano a quanti desiderassero contribuire le coordinate per poterlo fare.  
 
Queste sono le coordinate:  
 
IBAN IT 36A 05387 23400 0000015905 57
BIC BPMOIT22XXX
BANCA POPOLARE DELLEMILIA ROMAGNA
AG. DI CENTO
Corso Guercino, 86
Intestazione: Lattuca Eliseo, Cilia Maurizio, Lattuca Ester  
 

 
Riceviamo dal responsabile della Chiesa Adi di Cento, Eliseo Lattuca, e volentieri condividiamo:
 
Cari nel Signore, pace!
 
Solo due righe per condividere la nostra gioia nel comunicarvi che 55 giorni dopo il 29 maggio u.s., giorno del sisma che rese inagibile il locale di culto di Cento, il Signore ce ne ha provveduto un altro, anche se pi piccolo, nel quale oggi 22 luglio abbiamo celebrato il primo culto. Anche se abbiamo un serio problema per le aule della Scuola Domenicale in quanto non abbiamo lo spazio sufficiente, non stato facile arrivare a questo punto.  
 
Sono stati giorni di grande travaglio, spirituale e materiale ma il Signore ci ha aiutati in ogni cosa. Abbiamo qualche altra cosa da sistemare, ma il fatto di avere un locale che ci permette di riprendere le attivit l dove sono state interrotte a causa degli eventi sismici qualcosa di importante per noi che ci riempie di gioia e di coraggio.  
 
Tanta e indescrivibile stata l'emozione e la commozione che abbiamo provato durante il culto, ma per ogni cosa abbiamo ringraziato Dio, sapendo che il Signore che adoravamo nel precedente locale lo stesso.  
 
Noi consideriamo questa una fase transitoria e preghiamo che il Signore ci dia la gioia di realizzare per la Sua gloria quanto abbiamo nel nostro cuore. Continuate a pregare per noi.
« Ultima modifica: 25.07.2012 alle ore 13:10:46 by alle » Loggato

" Io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'et presente ".
(Ges, in Matteo 28:20)
Pagine: 1  torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy