Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Dottrina, storia ed esegesi biblica (partecipazione riservata a chi si identifica con i punti di fede di evangelici.net)
   Scritti dei Padri, storia della chiesa e archeologia biblica
(Moderatori: ilcuorebatte, andreiu, Asaf)
   Cosa si intende per "pietismo"  ?
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Cosa si intende per "pietismo"  ?  (letto 867 volte)
fra Sandro Savonarola
Visitatore

E-Mail

Cosa si intende per "pietismo"  ?
« Data del Post: 06.01.2010 alle ore 23:18:01 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

Ortodossia e riforma della Riforma.
 
Cosa si intende per "pietismo" ?
 
fra Sandro Savonarola
« Ultima modifica: 06.01.2010 alle ore 23:18:35 by Sandro » Loggato
fra Sandro Savonarola
Visitatore

E-Mail

Re: Cosa si intende per "pietismo" ?
« Rispondi #1 Data del Post: 07.01.2010 alle ore 02:47:15 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

il pietismo.
Il puntiglioso formalismo della Scolastica aveva reso alquanto arida la riflessione teologica dell'ortodossia luterana e di quella riformata.
Inoltre le aspre controversie religiose e le spaventevoli devastazioni seguite alla guerra dei Trent'anni, avevano prodotto un senso di ripudio delle ortodossie confessionali. Era quindi naturale che, dopo quasi un secolo di intellettualismo, il protestantesimo sentisse il bisogno di prestare un interesse maggiore alla piet interiore, alla vita morale ,alla tolleranza verso coloro che professavano dottrine diverse. Tale rinnovamento fu operato dal pietismo, un movimento la cui influenza rimase notevole per tutto il Settecento e il cui ideale ancora oggi presente in certi ambienti protestanti.
Tre persone sono i caposaldi del pietismo:
1) il fondatore, Pastore Spener (1635-1705)
2) Francke (1663-1727) l'organizzatore del pietismo tedesco
3)Gottfried Arnold (1666-1714) ne fu lo storiografo.
 
Spener inizi un'energica azione moralizzatrice organizzando piccole comunit di devoti cristiani, i cosiddetta "collegia pietatis" per leggere la Bibbia, pregare e discutere il sermone domenicale.
Francke, cui si deve l'organizzazione e l'espansione del movimento, fu chiamato su proposta di Spener ad insegnare nell'Universit di Halle, come Professore e Pastore. Parallelamente apr una scuola elementare popolare, una scuola latina per studenti di provenienza borghese e un " Pedagogium"
per la formazione tecnico scientifica oltre che letteraria della
nobilt; fond un orfanatrofio, ospizi per i poveri e per le vedove,
convitti per studenti; istitu un "Collegium orientale theologicum"
per la preparazione del personale destinato alle missioni  
in Oriente. Fu nel "Pedagogium" che si form il conte Nikolaus
Ludwig von Zinzendorf (1700-1760) alla cui geniale personalit
si devono nuovi e significativi sviluppi del pietisno nel XVIII secolo. Il rigorismo etico pietista di Francke, con il culto del dovere e della probit, il rispetto dell'autorit costituita, coincideva in larga misura con le idee politiche e morali della
aristocrazia prussiana. Lo stesso Federico Guglielmo I di Prussia
sostenne sempre con energia l'attivit di Francke sostenendo  
l'obbligo di frequentare l'Universit di Halle per poter accedere al Pastorato o all'insegnamento. Grazie al sovrano Federico Gugliemo I di Prussia e all'alacre attivit di Francke, il pietismo
cess si essere un semplice movimento di protesta contro il dogmatismo dell'ortodossia, e acquis una rispettabilit sociale, che and ben oltre i confini del Brandeburgo-Prussia.
Attraverso le migliaia di studenti passati per le scuole e per l'Universit di Halle, il pietismo si diffuse in Germania, In Olanda,
in Scandinavia, nella Russia di Pietro il Grande, nelle colonie inglesi del Nordamerica.
« Ultima modifica: 07.01.2010 alle ore 13:36:26 by Sandro » Loggato
fra Sandro Savonarola
Visitatore

E-Mail

Re: Cosa si intende per "pietismo" ?
« Rispondi #2 Data del Post: 07.01.2010 alle ore 12:57:03 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica    Rimuovi messaggio Rimuovi messaggio

il pietismo (continua)
Gottfried Arnold (1666-1714) fu lo storiografo del pietismo.
Dotato di una stupefacente conoscenza della storia ecclesiastica
nel 1697 fu chiamato ad insegnarla all'universit di Giessen, ma dopo pochi mesi di attivit, rifiut la cattedra, motivando tale rifiuto con l'impossibilit di conciliare la dignit accademica con la semplicit della vita cristiana. Si ritir a scrivere la sua monumentale opera :" Imparziale storia della chiesa e degli eretici dal principio del Nuovo Testamento all'anno di Cristo 1688". Ci che lo spingeva allo studio della storia della chiesa, era l'ideale pietista di un cristianesimo senza dogmi, che accentuavail valore della religione del cuore e quello dell'esperienza della rigenerazione: nei documenti del passato ricercava i precursori di tale cristianesimo, esaltando nei germi di ribellione ad ogni dogmatismo, l'immagine della viva fede.
Arnold introduceva nella storiografia ecclesiastica un nuovo  
metodo d'indagine, non pi legato a schemi dottrinali e confessiomali.
Chi voglia capire perch la Germania devastata e imbarbarita
dalla guerra dei Trent'anni sia divenuta il paese di Bach e di Kant, non pu ignorare l'impalpabile forza modellatrice del messaggio pietista della "conversione", dell'accentuazione
del valore inestimabile della "rigenerazione" nella vita sei credenti
.
Il cosiddetto distacco dal mondo dei pietisti si manifest come critica ad un cristianesimo incapace di essere "sale della terra e luce del mondo" e si accompagn ad iniziative di natura umanitaria e sociale.
Pertanto il pietismo avr il suo periodo pi originale proprio  
nell'epoca del razionalismo: araldi della trasformazione della societ moderna come Lessing e Kant affondano le loro radici nel rigorismo etico pietista.
 
« Ultima modifica: 07.01.2010 alle ore 13:02:24 by Sandro » Loggato
Pagine: 1  torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy