Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Vita di chiesa e cammino cristiano
   Famiglia, sessualit, medicina e disabilit
(Moderatori: saren, andreiu, Marmar)
   adulterio e divorzio
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1 2 3 4 5  6 vai in fondo Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: adulterio e divorzio  (letto 4310 volte)
cinzia76
Osservatore
*





   
WWW    E-Mail

Posts: 19
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #30 Data del Post: 25.01.2006 alle ore 15:49:17 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

ciao io so che una persona pu lasciare il proprio coniuge soltanto se qust ultimo tradisce. E fin qui benissimo! Ma nel caso in cui uno dei coniugi risultasse violento con l'altro o con i figli l'altro cosa potrebbe fare in senso biblico? Io ho due figlie piccole ma se un giorno mia figlia venisse a casa con un livido fatto dal marito cosa dovrei fare? Il Signore accetterebbe la separazione secondo voi?
« Ultima modifica: 25.01.2006 alle ore 16:41:39 by linchen » Loggato
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #31 Data del Post: 25.01.2006 alle ore 21:14:49 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 25.01.2006 alle ore 11:38:50, Virus wrote:
Beh, potrei farlo... ma credo sia utile anche qui per il proseguio del discorso, o no?
 
Sai cos'? Che per la donna presente l'aggettivo "vergine", mentre per l'uomo no... quasi a sostenere la realt della societ ebraica, aperta alla poligamia maschile. Ci strano nel contesto del discorso fatto da Paolo, non credi?
 
Puoi dirmi che termine viene usato in greco e cosa significa?
 
Grazie
.
 
Caro Virus la risposta te l'ho data nella sezione di greco come topic "1 Co 7:27-28".  
 
Spero di esserti stato utile
Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Marietto
Membro
***




Jesus is Lord!!!

   
WWW    E-Mail

Posts: 131
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #32 Data del Post: 27.01.2006 alle ore 16:21:24 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro fratello Andreiu ci tenevo ad avere la tua opinione su questo:

on 22.01.2006 alle ore 21:52:31, Marioesse wrote:

ho riletto ci che scritto in Malachia 2:14 del comportamento perfido del marito verso sua moglie, ma ho visto anche che al verso 16 scritto che Dio ODIA il divorzio.  
Com' possibile secondo te che questo sia diventato oggetto di discussione in quasi tutte le chiese evangeliche da molti anni nonostante siano in molti i ministri che hanno avuto modo di avvicinarsi ai testi originali per una pi chiara comprensione?  
E' per ignoranza o per propria comodit che si sono prodotti i risultati disastrosi che si vedono ormai frequenti nelle ns chiese al giorno d'oggi?
Non che sia venuto un p meno l'amore per Dio?
 
In Giovanni 14:21 Ges dice: "Chi ha i miei comandamenti e li osserva, uno che mi ama, e chi mi ama sar amato dal Padre mio; e io lo amer e mi manifester a lui".
 
Se non questa la causa, cosa avevano di diverso i discepoli di allora da questi del ns tempo visto che avevano compreso bene la lezione del Maestro?
 

 
Sicuramente visiter l'area da te creata, non ti nascondo per la mia titubanza sull'utilit dello studio del greco. Da quando mi sono convertito ho purtroppo constatato che l'attenzione verso la dottrina, attinta anche dalla lingua greca, non ha causato che divisioni tra i fratelli.
Per carit, nulla da togliere alla tua preparazione che ritengo sia notevolmente elevata, ma per quello che hai messo in rilievo sulle molte errate interpretazioni, dubito che possa prevalere la VERITA' che Dio vuole mostrare attraverso te sulle svariare interpretazioni personali.
DTB. Sorriso Mario
 
PS: Mi confermi se hai ricevuto lo studio?
 
« Ultima modifica: 28.01.2006 alle ore 13:19:39 by Marmar » Loggato

Le cose che occhio non ha visto e che orecchio non ha udito e che non sono salite in cuor d'uomo, sono quelle che Dio ha preparato per quelli che Lo amano. (1 Corinzi 2:9)

Mario
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #33 Data del Post: 28.01.2006 alle ore 11:21:09 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 27.01.2006 alle ore 16:21:24, Marioesse wrote:
Caro fratello Andreiu ci tenevo ad avere la tua opinione su questo

 
Mi pareva di avertela data. Ad ogni modo ho ricevuto lo studio di Fumagalli da te mandato, e mi trova assolutamente concorde. D'altro canto ritengo di aver espresso il suo stesso punto di vista, credo.  
 

Quote:
Sicuramente visiter l'area da te creata, non ti nascondo per la mia titubanza sull'utilit dello studio del greco. Da quando mi sono convertito ho purtroppo constatato che l'attenzione verso la dottrina, attinta anche dalla lingua greca, non ha causato che divisioni tra i fratelli.
.
 
Questo vero, purtroppo! Tra i traduttori vige il detto "tradurre tradire", ovvero molto alto il rischio di introdurre nelle proprie traduzioni dei propri pensieri personali. Tuttavia un buono studio del greco pu aiutare in molti casi, credimi! Tuttavia, come ho gi detto, non indispensabile! Occhiolino
 

Quote:
Per carit, nulla da togliere alla tua preparazione che ritengo sia notevolmente elevata,
.
 
Ti ringrazio per la stima! Ma ti assicuro che ce ne sono di fratelli e sorelle pi preparate di me!
 Occhiolino Sorriso
 

Quote:
ma per quello che hai messo in rilievo sulle molte errate interpretazioni, dubito che possa prevalere la VERITA' che Dio vuole mostrare attraverso te sulle svariare interpretazioni personali.
DTB. Sorriso Mario
.
 
Caro Mario, io non voglio convincere nessuno. E' solo il Signore che convince. Io, come tutti i foristi, esprimo le mie convinzioni, cercando di dimostrarle alla luce della Parola di Dio. Tutto qui Occhiolino
 
 Bacio
 
« Ultima modifica: 28.01.2006 alle ore 13:20:55 by Marmar » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Marmar
Admin
*****



Dio buono

   
WWW    E-Mail

Posts: 7979
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #34 Data del Post: 28.01.2006 alle ore 22:48:55 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Si tenuto oggi nella nostra chiesa un incontro distrettuale del movimento femminile, dove il past. Gianni Sallen ( www.insiemeprofamiglia.org) ha parlato sul tema: "Sorridenteove va la famiglia in questa societ?"
 
Potete trovare gli mp3 a questi indirizzi:
 
http://xoomer.virgilio.it/marcello_mari/audio/Gianni Sallen-parte prima.mp3
 
http://xoomer.virgilio.it/marcello_mari/audio/Gianni Sallen-parte seconda.mp3
 
http://xoomer.virgilio.it/marcello_mari/audio/Gianni Sallen-domande.mp3
« Ultima modifica: 28.01.2006 alle ore 22:53:10 by Marmar » Loggato

Aiutiamoci gli uni gli altri a liberarsi da quello che ritarda il nostro cammino.
Virus
Membro supporter
*****



He died for me... and now I live for Him!

   
WWW    E-Mail

Posts: 5843
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #35 Data del Post: 31.01.2006 alle ore 13:06:14 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Questi passi sono gi stati presi in considerazione?
Li avevo riportati prima io, ma non dal versetto 15 mi sembra...
 
1Corinzi 7:15 Se il non credente si separa, si separi pure; in tal caso il fratello o la sorella non sono pi obbligati; ma Dio ci ha chiamati alla pace.
1Corinzi 7:16 Infatti che ne sai tu, moglie, se salverai il marito? Ovvero che ne sai tu, marito, se salverai la moglie?
1Corinzi 7:17 Negli altri casi, ciascuno continui a vivere nella condizione che Dio gli ha assegnato e come il Signore lo ha chiamato, e cos ordino in tutte le chiese.

 
Se il non credente si separa... mi sembra di capire che qui c' un'altra situazione da prendere in esame, non credete? Se ne avete gi discusso chiedo scusa, perch non ricordo tutti gli interventi di questo topic... ma se non lo si fatto... beh qui si apre un mondo, perch bisogna capire chi un "non credente".
 
A voi la parola.
« Ultima modifica: 31.01.2006 alle ore 16:39:10 by Virus » Loggato

Nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per l'edificazione, secondo il bisogno, ditela affinch conferisca grazia a quelli che ascoltano ( Efesini 4:29 )
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #36 Data del Post: 31.01.2006 alle ore 15:27:00 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 31.01.2006 alle ore 13:06:14, Virus wrote:
Questi passi sono gi stati presi in considerazione?
 
1Corinzi 7:15 Se il non credente si separa, si separi pure; in tal caso il fratello o la sorella non sono pi obbligati; ma Dio ci ha chiamati alla pace.
1Corinzi 7:16 Infatti che ne sai tu, moglie, se salverai il marito? Ovvero che ne sai tu, marito, se salverai la moglie?
1Corinzi 7:17 Negli altri casi, ciascuno continui a vivere nella condizione che Dio gli ha assegnato e come il Signore lo ha chiamato, e cos ordino in tutte le chiese.

 
Se il non credente si separa... mi sembra di capire che qui c' un'altra situazione da prendere in esame, non credete? Se ne avete gi discusso chiedo scusa, perch non ricordo tutti gli interventi di questo topic... ma se non lo si fatto... beh qui si apre un mondo, perch bisogna capire chi un "non credente".
 
A voi la parola.
.
 
Personalmente sono gi intervenuto in merito a questi passi, ad ogni modo meglio se non vedete nel greco come letteralmente. Vi spaventereste Sorridente
 
« Ultima modifica: 31.01.2006 alle ore 18:06:36 by linchen » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Virus
Membro supporter
*****



He died for me... and now I live for Him!

   
WWW    E-Mail

Posts: 5843
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #37 Data del Post: 31.01.2006 alle ore 16:38:18 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Ho voglia di spaventarmi andreiu...  Sorriso
 
Puoi dare la spiegazione nello stesso topic gi aperto per rispondere all'altra mia domanda per favore?
 
Grazie!
Loggato

Nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per l'edificazione, secondo il bisogno, ditela affinch conferisca grazia a quelli che ascoltano ( Efesini 4:29 )
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #38 Data del Post: 01.02.2006 alle ore 08:00:46 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Virus,
nel parlare di 1 Co 7:15 sonogi intervenuto dicendo che la traduzione letterale non "non sono pi vincolati", ma, tanto per darti un'idea si avvicina molto di pi il Diodati che traduce "non sono sottoposti a servit". Questa espressione si spiega con il versetto seguente nel quale scritto "sai tu se salverai tua moglie, sai tu se salverai tuo marito?". Evidentemente i corinzi avevano rivolto una domanda di questo tipo "se vero che non mi posso separare, ma mio marito/moglie non credente se ne vanno, devo obbligarli a stare con me?". Paolo dice che in quel caso non li possono costrigere a stare insieme, ma in quel caso cessa ogni "servit reciproca", ovvero non si pi "servi dell'altro". Ma questo non giustifica un secondo matrimonio, in quanto poco prima, in caso di separazione, Paolo ingiunge "rimanga senza sposarsi".  
 
segue
« Ultima modifica: 01.02.2006 alle ore 13:50:06 by linchen » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #39 Data del Post: 01.02.2006 alle ore 08:09:47 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Per quanto concerne 1 Co 7:17 ho visto che quasi tutte le traduzioni recitano "fuori da questi casi...in altri casi". Guardate com' nel greco "ei me ekasto os emerisen ho kurios, ekaston os kekleken ho theos". Guadiamo solo questa parte del versetto.
 
Letteralmente sarebbe "Se non a ogni (o a ciascuno), come il Signore ha distribuito, ciascuno come Iddio ha chiamato". Andate a vedere il Diodati (mittica!! Vago). Cmq Paolo, spiega questo versetto con i versetti successivi nel quale fa l'esempio del servo e del circonciso, tutti casi leciti. Ovvero se Dio ci ha chiamati in una condizione che per Lui sta bene, siamo chiamati a rimanere in quella condizione, ma se ci siamo convertiti in una situazione che Dio non gradisce siamo chiamati a risolverla. Esempio: se io mi converto ed ho un lavoro che non onora il Signore, Dio non mi dice che posso tranquillamente continuare ad avere quel lavoro, anzi mi ordina di cambiarlo. Occhiolino
 
 Bacio
« Ultima modifica: 01.02.2006 alle ore 13:50:19 by linchen » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Virus
Membro supporter
*****



He died for me... and now I live for Him!

   
WWW    E-Mail

Posts: 5843
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #40 Data del Post: 01.02.2006 alle ore 15:22:38 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 01.02.2006 alle ore 08:00:46, andreiu wrote:
Evidentemente i corinzi avevano rivolto una domanda di questo tipo "se vero che non mi posso separare, ma mio marito/moglie non credente se ne vanno, devo obbligarli a stare con me?". Paolo dice che in quel caso non li possono costrigere a stare insieme, ma in quel caso cessa ogni "servit reciproca", ovvero non si pi "servi dell'altro". Ma questo non giustifica un secondo matrimonio, in quanto poco prima, in caso di separazione, Paolo ingiunge "rimanga senza sposarsi".  

Rispetto le tue deduzioni ed interpretazioni, ma saprai bene che quando non si schiavi, o servi che dir si voglia, cosa si ? LIBERI, ovvio. Quindi spero accetterai anche una deduzione e/o intepretazione differente dalla tua, che secondo il mio modesto parere, anche pi adatta.
Ripeto che questo un caso particolare, quello del non credente che se ne va, infatti Paolo lo descrive in dettaglio, quindi quello che dice prima conta relativamente.
Per dirla in breve, come se Paolo parte dal generale, arrivando poi al caso specifico del coniuge non credente che se ne va, ed a cui il credente non pi "legato" oserei dire come termine (legato va bene se pensiamo a come erano legati gli schiavi un tempo).
Altrimenti ci sarebbe distinzione tra credente e non credente, cio, il non credente se ne va e non pu essere trattenuto dal credente, invece, il credente rimane legato a vita ad una persona che se n' andata?
 
Questo ragionamento fa acqua secondo me: il credente NON DEVE MANDARE VIA la moglie o il marito tranne che per adulterio, ma se il coniuge NON CREDENTE se ne va, allora...
« Ultima modifica: 01.02.2006 alle ore 16:05:56 by linchen » Loggato

Nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per l'edificazione, secondo il bisogno, ditela affinch conferisca grazia a quelli che ascoltano ( Efesini 4:29 )
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #41 Data del Post: 01.02.2006 alle ore 15:40:33 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica


on 01.02.2006 alle ore 15:22:38, Virus wrote:

Rispetto le tue deduzioni ed interpretazioni, ma saprai bene che quando non si schiavi, o servi che dir si voglia, cosa si ? LIBERI, ovvio. Quindi spero accetterai anche una deduzione e/o intepretazione differente dalla tua, che secondo il mio modesto parere, anche pi adatta
.
 
Carissimo non si tratta di accettare o meno una deduzione e/o interpretazione. Questi argomenti sono scottanti ed ormai da decenni che se ne parla. Nella mia semplicit, io collego molto bene 1 Co 7:15 con il v.16, poi come potrai osservare e come ho mostrato anche nel greco dal v.17 in poi l'argomento cambia o meglio, l'argomento principe sempre il matrimonio, ma Paolo parla di altro non pi della situazione secondo la quale un coniuge non credente se ne va. Quindi il v.16 strettamente connesso al v.15 i versetti successivi invece confluiscono ai vv.27-28, di cui ho gi parlato.  
 
 Bacio
 
« Ultima modifica: 01.02.2006 alle ore 16:05:24 by linchen » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Virus
Membro supporter
*****



He died for me... and now I live for Him!

   
WWW    E-Mail

Posts: 5843
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #42 Data del Post: 02.02.2006 alle ore 11:28:38 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Capisco quello che vuoi dire, ma ti dir...
 
Io vedo il collegamento, invece, tra " in tal caso il fratello o la sorella non sono pi obbligati" del vers. 15, con le parole iniziali del versetto 27 e cio "Sei legato ad una moglie?"
 
Ti spiego: Se il non credente se ne va, il credente non pi obbligato/legato.
L'inizio del versetto 27, esclude questo caso, perch relativo a chi legato.
 
Questo concetto, penso sia rafforzato dall'inizio del versetto 17, che premette difatti: "Negli altri casi..." ecc...
 
Paolo quindi come se scrivesse: "da qui in poi, quello che dico relativo ai casi in cui il CREDENTE non stato lasciato dal NON CREDENTE" ecc...
 
Andreiu, la questione scottante e di grande attualit, ma proprio per questo, bisogna analizzare i testi con cura, attenzione e guida spirituale, concordi?
 
Bisogna essere anche pratici poi, applicare le scritture alla vita (Ges fu maestro in terra di questo):
Se il coniuge non credente se ne va... probabile che dopo un certo lasso di tempo conosca un'altra persona e cominci con lui/lei una storia. Quindi sarebbe adulterio (se i due coniugi iniziali fossero ancora legati).
Ma il credente, come deve fare per saperlo?
Deve assumere un investigatore privato? Cos appena sa che il non credente che se ne andato ha un'altra relazione, pu divorziare? Mi sembra paradossale e assurdo.
 
Fermo restando l'invito alla pace di Paolo (fine del vers. 15). Bacio
« Ultima modifica: 02.02.2006 alle ore 14:50:56 by Marmar » Loggato

Nessuna parola cattiva esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per l'edificazione, secondo il bisogno, ditela affinch conferisca grazia a quelli che ascoltano ( Efesini 4:29 )
andreiu
Admin
*****




Ges la mia vita

   
WWW    E-Mail

Posts: 5382
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #43 Data del Post: 02.02.2006 alle ore 14:11:53 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro Virus, cosa vuoi che ti dica? Vago
 
Se Paolo avesse voluto dire inderogabilmente ed insacabilmente che quando il coniuge non credente se ne va il coniuge "innocente" pu risposarsi avrebbe usato il termine "eleuthera" come scritto in 1 Co 7:39, termine che indica l'assoluta libert della donna (o uomo, se sua moglie muore) di risposarsi. Invece il termine di 1 Co 7:15 "ouk dedouletai", non indica quello, mi dispiace. Anche perch se ragioniamo da un punto di vista meramente "umano", dovremmo anche chiederci se il coniuge "non credente" se ne andato per sua escusiva colpa, oppure anche per colpa dell'altro... Nella mia esperienza ho potuto osservare che la colpa era da entrambi i lati (anche se chi se ne va chiaro che ha una colpa maggiore). E' un argomento "scottante", in cui inevitabile che entrino in gioco anche i nostri poveri "parametri umani". Sono stato al convegno anziani del 2004 della "chiesa dei fratelli", in cui si parl proprio su questo argomento. Era un continuo elencare casi sempre pi difficili, intricati, complicati, alla stregua di Beautiful, ma ho dovuto dolorosamente notare come la Parola di Dio era messa da parte. A parte questo, se vero che il caso di 1 Co 7:15 permette al coniuge credente di risposarsi, allora non vero che l'unico caso, indicato da Ges, come affermano in molti, (ed io non sono d'accordo come ho detto gi nei precedenti post) per cui un coniuge si pu risposare la fornicazione da parte di uno dei due. Allora dove mettiamo l'assoluto di Dio "Io ripudio il divorzio"? Di fronte ad una simila affermazione cos categorica, poi mi troverei di fronte a decine di casi in cui vui pu essere divorzio e seconde nozze!  
 
Come dici bene tu Virus "dobbiami analizzare bene quei testi" Occhiolino
 
 Bacio
« Ultima modifica: 02.02.2006 alle ore 14:51:07 by Marmar » Loggato

http://forumbiblico.community.leonardo.it/
Marietto
Membro
***




Jesus is Lord!!!

   
WWW    E-Mail

Posts: 131
Re: adulterio e divorzio
« Rispondi #44 Data del Post: 03.02.2006 alle ore 12:13:31 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Caro fratello Andreiu sono rimasto meravigliato della spiegazione limpida che hai dato al passo di 1 Cor. 7:15.  
Era da molti anni che cercavo e ricercavo un concetto chiaro di questo particolare versetto perch non esisteva uninterpretazione unisona a riguardo, viste anche le traduzioni differenti della Luzzi dalla Diodati.  
Ho consultato vari pastori, ma ho riscontrato nelle loro versioni delle spiegazioni condizionate dai diversi problemi esistenti nelle loro chiese piuttosto di attenersi al pensiero di Dio.  
Neanche nello studio che ti ho mandato ho trovato traccia di questo versetto; chiss, forse, per l'autore non rientrava nell'argomento del suo scritto.
Ringrazio Dio di aver trovato quella chiarezza in un tuo Post, il luogo per me meno immaginabile di ricerca.  
 
Una considerazione finale se mi consentita.
In questo dialogo che stai tenendo con Virus non ho potuto fare a meno di notare una cosa che forse agli altri lettori passata inosservata, che, a mio parere, spiega un perch nelle molte ns chiese evangeliche non ancora giunta al termine la discussione sullargomento trattato.
 
A queste parole di Virus:

on 02.02.2006 alle ore 11:28:38, Virus wrote:
Bisogna essere anche pratici poi, applicare le scritture alla vita...

mi nasce spontanea questa domanda:
Non dovrebbe essere la ns vita applicata alle Scritture? Ammodellarla (se si pu dire cos) e renderla conforme ad Essa?  
 
Non so se Virus volesse volontariamente esprimere questo, ma col proseguo della sua frase mi ha dato da interpretarla cos.  
 
 Bacio
 
Mario.
 
« Ultima modifica: 03.02.2006 alle ore 12:16:35 by linchen » Loggato

Le cose che occhio non ha visto e che orecchio non ha udito e che non sono salite in cuor d'uomo, sono quelle che Dio ha preparato per quelli che Lo amano. (1 Corinzi 2:9)

Mario
Pagine: 1 2 3 4 5  6 torna su Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy