Oputteh, il pastore contro la mafia nigeriana

Un’operazione contro la mafia nigeriana è scattata a Palermo in seguito alla denuncia di una ragazza che era stata segregata e costretta a pagare per la sua liberazione un riscatto di 15 mila euro. La giovane, arrivata in Sicilia, «ha trovato il coraggio e la forza di fuggire, anche grazie al sostegno di un pastore pentecostale», spiega Repubblica.

Secondo la Gazzetta del sud la ragazza si era rivolta al pastore – a propria volta nigeriano – “per chiedere aiuto“, riferendogli «di violenze subite nel suo Paese d’origine a opera di persone appartenenti a un’organizzazione “cultista“, nonché delle modalità con cui era riuscita a fare ingresso irregolare in Italia, per poi essere destinata alla prostituzione».

Insieme al ministro di culto, bersaglio a propria volta di minacce di morte dai criminali, la giovane ha trovato la forza di raccontare alle forze dell’ordine la sua drammatica vicenda, costellata di violenze, ricatti e perfino di riti vudù.

In un secondo momento Repubblica ha scoperto che il pastore, Mike Ifeoluwa Oputteh, della chiesa pentecostale di via del Vespro, non è nuovo ad azioni coraggiose. Già in passato «un boss lo chiamò al telefono e urlò: “So chi sei e dove abiti. Adesso vengo in chiesa, uccido te e la tua famiglia”: erano i giorni in cui il pastore aveva accolto una giovane 26enne fuggita dai suoi aguzzini e l’aveva accompagnata alla squadra mobile, per denunciare».

Oputteh è a Palermo dal 2014 e «sin da subito si è speso per aiutare le ragazze finite nelle grinfie dei boss»; al quotidiano spiega che «bisogna innanzitutto rassicurare le vittime che saranno al sicuro, poi bisogna spiegare che il rito voodoo non avrà alcun effetto. Prego ogni giorno per queste giovani, chiedo a Dio di proteggerle. Chiedo soprattutto che possano trovare la forza di parlare liberamente, per denunciare».

Il pastore non manca di condividere i meriti del suo impegno: «ho aiutato tante altre vittime ad uscire da questa terribile tratta di esseri umani, anche grazie alla collaborazione di una Ong italiana, Ciss, Cooperazione internazionale Sud Sud, e dell’Associazione Nigeria a Palermo. Tutti insieme facciamo un lavoro importante».

foto: repubblica.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔