Bush e la preghiera

By 8 Gennaio 2009Media&Fede

In una delle sue ultime interviste da presidente degli Stati Uniti, proposta oggi in italiano da Repubblica, George Bush parla di politica internazionale, globalizzazione, principi e della sua fede.

Chiede il giornalista, Cal Thomas: «Lei viene deriso perché “ha una linea diretta con Dio”. Le decisioni politiche sono dettate da Dio?»

Bush risponde che «Ho spiegato più volte che la preghiera è una questione personale. E sì, la fede e la Bibbia mi hanno sostenuto ogni giorno, pregare mi ha rafforzato. Sono una persona spirituale, non un mistico».

E precisa: «Non “sento le voci”. So però che m’aspettano decisioni difficili e per questo motivo dico che la preghiera è un fatto estremamente personale: dà saggezza e forza, chiedo protezione per la mia famiglia e i soldati».

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔