Online il Codex vaticanus, Bibbia del IV secolo

By 9 Marzo 2015Cultura

ROMA – Sei anni dopo il Codex Sinaiticus, anche le pagine del Codex Vaticanus sono disponibili per la consultazione online. Il volume, formalmente denominato Vaticano greco 1209, è uno degli oltre 80 mila manoscritti conservati nella Biblioteca apostolica vaticana in corso di digitalizzazione; datato attorno alla metà del quarto secolo, risulta una tra le più antiche copie della Bibbia giunte fino al XXI secolo. Il codice conta oltre 1500 pagine, in pergamena, per un totale di 759 fogli fronte/retro, e comprende una copia quasi completa della Bibbia in lingua greca – l’Antico Testamento nella traduzione dei Settanta e il Nuovo Testamento – vergata in maiuscolo in scriptio continua, senza spazi tra le parole.

Considerato una delle fonti bibliche più autorevoli, il codice è stato usato come riferimento per le principali versioni del Nuovo Testamento in lingua greca, tra cui il celebre Nestle_Aland.

Il Codex vaticanus in versione digitale

(nella foto la prima pagina del manoscritto digitalizzato)

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔