La crisi dell’editoria e il senso del servizio

By 26 Novembre 2021Cultura, Dall'Italia, Focus

È di alcune settimane fa l’annuncio del fallimento delle Edizioni dehoniane, nota casa editrice cattolica che in oltre cinquant’anni di attività ha lanciato in Italia volumi di spessore (e non solo dal punto di vista fisico) come la Bibbia di Gerusalemme, ma anche le Dichiarazioni evangeliche pubblicate a cura di Pietro Bolognesi.

La vicenda, triste per chiunque mastichi cultura, ha offerto a Ilario Bertoletti il destro per alcune considerazioni sul ruolo dell’editore cristiano, in Italia e all’estero. Che, nota Bertoletti su Avvenire, è «un mercante innanzitutto: progetta, produce, commercia manufatti unici da immettere sul mercato. Con una peculiarità: la materia prima dei libri è speciale, immateriale».

«A rendere unico il lavoro dell’editoria religiosa – prosegue Bertoletti – sono le idee in gioco: idee teologiche, che rappresentano un mercato sempre più ristretto in forza della secolarizzazione. Il che rende ancor più rischiosa l’impresa economicamente» ma le offre platee potenzialmente più ampie con la nascita «di più mercati: di nicchia magari, ma fedeli e potenzialmente redditizi».

A fare la differenza, viene da credere, è la qualità. «In fondo gli editori religiosi praticano un sapere che si potrebbe chiamare “biblodicea”: giustificare l’esistenza di ogni singolo titolo, nella sua contingenza e nonostante il rischio di un fallimento. Ciascun libro del catalogo è costruito a “immagine e somiglianza” del Libro (Biblos, ta biblia). Un lavoro paziente di approssimazione alla perfezione, nella consapevolezza che è terrestramente impossibile. L’editore religioso… scommette sulla produzione di merci fatte a immagine di ciò che non è merce. Nella speranza che la crescita del sapere, con il guadagno economico, renda il più rischiarata possibile l’esistenza».

Secondo Paolo VI, ricorda Bertoletti, «il “senso religioso” – reso consapevole dai libri – è connaturato alle menti e rende umano il vivere. Un bisogno – la domanda di senso – che persiste e rende ragione, nonostante le apparenze, dell’insistere nel lavoro affascinante e faticosissimo dell’editore».

foto: avvenire.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔