SdT e i parametri di evangelicità

By 6 Dicembre 2021Cultura, Focus

È dedicata ai parametri di evangelicità il numero 66 di Studi di teologia, periodico semestrale dell’Istituto di formazione evangelica e documentazione.

La riflessione sul tema prende le mosse dal crescente numero di post-evangelici (ma anche di “exvangelici”) che criticano alcune derive o, sull’altro fronte, vi militano, e che – rileva Leonardo De Chirico nella prefazione – rendono necessario “mantenere aperta la riflessione su che cosa significhi essere evangelici”, interrogandosi sulla fede, “sui propri vissuti ecclesiali, sulle sue performance culturali”. Un esame che non deve prescindere dall’autocritica “sulle incrostazioni talvolta patologiche”, ma allo stesso tempo rifuggire dallo “sbriciolarne lo spessore”.

A scandagliare in profondità il tema è un ampio saggio di Pietro Bolognesi (“Tasso evangelico. Quanto evangelici siamo?”), che analizza la questione sul piano dottrinale, storico ed esistenziale invitando a “non fidarsi dei luoghi comuni” ma, piuttosto, a “interrogarsi sul proprio tasso evangelico”, valutando l’opportunità di “ristorare la fede evangelica nelle sue connotazioni bibliche e storiche”, un percorso che non prevede scorciatoie e “può essere umiliante”, ma allo stesso tempo risulta “pieno di speranza se vissuto in forza dell’opera dello Spirito Santo”.

Al volume è abbinato il consueto supplemento annuale, centrato sul tema dell’intelligenza artificiale nel suo rapporto con l’etica.

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔