Marilynne Robinson, la libertà e il piano divino

By 7 Giugno 2024Cultura

Torna a far parlare di sé Marilynne Robinson, autrice di successo, nota per i romanzi in cui indaga l’America del Novecento attraverso le piccole storie della grande frontiera, le reminiscenze dei protagonisti, la quotidianità dolceamara dei rapporti umani. Romanzi in cui non manca mai la componente spirituale, una matrice cristiana fatta di pastori, chiese, valori e arricchita da ampie citazioni bibliche.

Proprio sulla Bibbia si concentra l’intervista concessa ad Antonio Monda per Repubblica in occasione del suo ultimo lavoro, Reading Genesis; l’autrice – cresciuta nell’Idaho ed “educata secondo i dettami presbiteriani” per poi aderire al calvinismo (acquisendo l’abitudine a una costante riflessione su come la libertà individuale possa coesistere con il piano divino), rievoca ancora una volta la sua visione della Bibbia, “scritta da uomini… su qualcosa che supera la conoscenza”, un libro che è “un racconto” dove “la narrazione va di pari passo con la constatazione del male con cui siamo costretti a convivere, e che noi stessi generiamo”. Un male persistente e che, nonostante tutto e come ogni altra cosa, “ha un senso, e segue il disegno divino”. L’intervista completa è qui.

foto: repubblica.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔