Tullio Regge, il fisico che amava la Bibbia 

By 26 Gennaio 2024Cultura, Dall'Italia, Focus

Tullio Regge è stato un genio della fisica, una delle eccellenze italiane riconosciute nel mondo. Oltre ad aver vinto premi e scoperto formule che non siamo capaci di riportare nemmeno per sommi capi (i Poli di Regge, per esempio), e nonostante l’impegno che poteva richiedere il suo lavoro, il fisico aveva un risvolto umano poco noto, di cui ha parlato la figlia in un’intervista all’edizione torinese del Corriere. Anna Regge racconta alcuni dettagli interessanti e curiosi sulla vita privata del padre, mettendo in luce l’uomo prima ancora dello studioso: tenerezze e attenzioni verso la famiglia, ma anche interessi meno conosciuti. Uno di questi riguarda le sue competenze linguistiche: Regge parlava «l’inglese, il tedesco, il francese, lo spagnolo, il russo».

Regge però – e questo forse è il dettaglio che spicca di più – conosceva pure «l’ebraico, perché voleva leggere la Bibbia in lingua originale»: un risvolto interessante, specie se riferito a uno scienziato che è stato anche garante scientifico del CICAP, il Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze.

Che poi Regge la Bibbia la conosceva davvero: «non si sottraeva mai a un confronto con i Testimoni di Geova che incautamente finivano a casa nostra», ricorda con un po’ di ironia la figlia dello scienziato; «li sfidava sul vero significato dei versi della Bibbia che lui leggeva in lingua originale».

foto: corriere.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔