Dignitas infinita, virata verso la tradizione

By 16 Aprile 2024Dall'Italia, Focus

Cinque anni di lavoro, quattro capitoli, sessantasei paragrafi per affrontare un’infilata di temi sociali di ampia rilevanza: si presenta così Dignitas infinita, la dichiarazione sulla dignità umana diffusa dal Dicastero per la dottrina della fede cattolica, l’ex Sant’Uffizio (il testo integrale è qui). Punto dopo punto, tra citazioni e precisazioni, il braccio teologico di papa Bergoglio si esprime su guerra e povertà, ma anche travaglio dei migranti e tratta degli esseri umani, abusi sessuali e violenze sulle donne, scarto dei diversamente abili, violenza digitale e soprattutto – o, almeno, questa è la parte che ha fatto discutere di più – su aborto, utero in affitto, eutanasia e suicidio assistito, cambio di sesso, teoria gender.

Su questi temi Francesco, attraverso il dicastero, sembra volersi posizionare nel solco della tradizione più rigorosa, quasi a compensare la recente e clamorosa uscita – di certo la ricorderete – sulle benedizioni alle coppie dello stesso sesso.

Sintetizzando, la Dignitas infinita dice sì alla “difesa della vita nascente”, rifiutando con decisione l’aborto; no alla maternità surrogata che rende “un mero oggetto” il bambino e “lede la dignità della donna”; no a eutanasia e suicidio assistito (ma no anche all’accanimento terapeutico); no al cambio di sesso, altra “minaccia alla dignità” della persona, salvo casi di anomalie conclamate. Il documento concentra inoltre l’attenzione sulla teoria del gender, definita “pericolosissima” in quanto “vuole negare la più grande tra le differenze esistenti tra gli esseri viventi… nella pretesa di rendere tutti uguali”.

Inevitabili i commenti e le critiche (anche circostanziate), che tuttavia – forse in questo periodo storico abbiamo troppe cose cui pensare – non hanno avuto il prevedibile riverbero; di certo la partita non è chiusa e il dibattito, difficile vada diversamente, è destinato a proseguire.

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔