Belfast, la fede del nuovo primo ministro

By 15 Giugno 2021Esteri, Focus

Da lunedì l’Irlanda del nord avrà un nuovo primo ministro: si chiama Paul Givan, succede ad Arlene Foster e, come chi lo ha preceduto, non fa mistero della propria fede cristiana.

Givan, 39 anni, alcuni mesi fa si è speso tra l’altro a favore di una proposta di legge per la limitazione dell’aborto: il suo intervento mirava a proteggere i nascituri cui fosse stata diagnosticata qualche patologia non mortale (come la sindrome di Down), nei confronti dei quali oggi si può procedere all’interruzione di gravidanza senza limiti di tempo. «La mia fede determina i miei valori – ha dichiarato Givan in un’intervista -; è intrinseca a quello che sono». E, ha aggiunto, «la morte non mi spaventa affatto perché ho riposto la mia fiducia nel Signore».

La sua designazione a primo ministro, secondo l’Ansa, sposta la linea politica nordirlandese «ancor più a destra e su posizioni ancor più tradizionaliste»: Givan infatti «è noto per avere posizioni ancor più radicali di quelle della Foster su temi quali la promozione dell’insegnamento del creazionismo a scuola».

foto: premierchristian.news

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔