Vaccinazioni USA, in campo anche le chiese

By 5 Maggio 2021Esteri, Focus

Le vaccinazioni negli Usa coinvolgono perfino i supermercati e i bar: a New Orleans, a quanto pare, a fronte dell’iniezione viene offerta una bevuta. Nonostante questo l’interesse degli americani sta calando, e c’è il rischio di mancare l’obiettivo di vaccinare in tempi brevi l’85% della popolazione.

I problemi sorgono soprattutto nelle aree rurali: «Stati del Sud come Georgia e Mississippi – racconta Massimo Gaggi sul Corriere – o del Nord come il Montana, hanno giacenze di vaccini inutilizzati che rischiano di scadere». Da un lato diffidenza e apatia rallentano le operazioni, dall’altro le organizzazioni umanitarie e le amministrazioni pubbliche tentano di arginare il problema mettendo in atto campagne ad ampio raggio: «nel South Side di Chicago, il “regno” di Obama, dove solo il 12 per cento della popolazione è vaccinato (rispetto al 50 per cento della metropoli) e i contagi sono in forte crescita, si è mossa la sindaca Lori Lightfoot che, insieme a Core, l’organizzazione di soccorsi creata 11 anni fa dall’attore Sean Penn per il terremoto di Haiti, ha creato centri pop-up per i vaccini nei punti più popolari del quartiere e in luoghi di culto come la Apostolic Faith Church».

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔