Davyon, eroismo e umiltà: “Era la cosa giusta”

By 13 Gennaio 2022Curiosità, Esteri, Focus

Eroe per due volte in un solo giorno: è la sorprendente esperienza vissuta da Davyon Johnson, un undicenne dell’Oklahoma, “un ragazzino come tanti” che un giorno di dicembre «mentre si trovava vicino a una fontanella vicino alla sua classe… ha sentito un alunno di un anno più grande di lui emettere un verso strozzato: “Soffoco, soffoco”. Nell’aprire una bottiglietta d’acqua con i denti, il tappo gli era finito in gola, bloccandogli il respiro». Davyon, «ricordando le istruzioni viste e riviste su YouTube su come si pratica la manovra di Heimlich», è riuscito a liberare le vie respiratorie del suo compagno.

Ma non era finita: «alla sera – riporta il Corriere -, madre e figlio avevano in programma di andare alla funzione nella chiesa della loro congregazione evangelica… passando vicino a una casa, Davyon si era accorto di un filo di fumo che saliva dal retro». Il ragazzo ha compreso che non si trattava di un barbecue e «mentre la signora Johnson chiamava i pompieri, il ragazzino era sceso per suonare alla porta e avvertire i presenti del pericolo», per poi entrare e assistere una donna anziana «portandola in salvo proprio mentre le sirene dei soccorsi si stavano avvicinando».

Due interventi provvidenziali che hanno fatto di Davyon una piccola star della cittadina in cui vive, suscitando un entusiasmo che tuttavia lo ha sorpreso: «era la cosa giusta da fare», si è limitato a commentare il ragazzo.

foto: corriere.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔