Elisabetta, una fede di platino

By 15 Giugno 2022Esteri, Focus

Si sono conclusi i festeggiamenti per i settant’anni di regno della regina Elisabetta: quattro giorni di cerimonie, concerti, iniziative pubbliche e manifestazioni di vario genere che la stessa Regina ha inaugurato e concluso (di certo avrebbe voluto fare di più, ma ha pur sempre 96 anni) salutando sorridente la folla accorsa davanti a Buckingham Palace.

Oltre a essere una tra i regnanti più longevi della storia moderna (ma forse anche di quella antica) e a rappresentare per tradizione la guida suprema della chiesa anglicana, nel corso del suo mandato Elisabetta II ha dato spesso testimonianza della propria fede cristiana, come ricordano diverse testate anglosassoni. Lo ha fatto fin dal suo primo messaggio di Natale, correva l’anno 1952, quando – ricorda il principale quotidiano irlandese – chiese agli ascoltatori di pregare per lei «affinché Dio mi dia saggezza e forza per portare a termine le solenni promesse che farò, e che io possa servire fedelmente Lui e voi, tutti i giorni della mia vita». Un pensiero ribadito nel 2000, quando ha sottolineato che «gli insegnamenti di Cristo e la mia responsabilità personale davanti a Dio forniscono il quadro in cui cerco di condurre la mia vita».

Negli anni il pensiero della Regina è corso spesso a Gesù (“spero che, come me, sarete confortati dall’esempio di Gesù di Nazareth”, ebbe modo di dire nel 2008 parlando dell’importanza del dare e del servire), ma l’importanza dell’insegnamento cristiano si può ritrovare fin dalla sua incoronazione: alla cerimonia solenne erano stati esibiti i consueti simboli dell’autorità sovrana (scettro, anello, corona) ma anche una Bibbia, omaggio alla “cosa più preziosa che questo mondo offre”.

foto: newsletter.co.uk

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔