Re Carlo, la malattia e i voti a Dio

By 13 Febbraio 2024Esteri, Focus

L’annuncio della malattia di re Carlo ha scosso il Regno Unito: a margine di un intervento programmato, i medici hanno scoperto la presenza di un cancro e, di conseguenza, il re – oggi settantacinquenne – ha iniziato immediatamente le terapie, sollevando interrogativi che, meno di un anno e mezzo dopo l’ascesa al trono, nessuno si sarebbe aspettato di affrontare.

In attesa di sviluppi, il vescovo anglicano di Durham ha rivelato un dettaglio ancora poco noto sul personaggio: parlando a un gruppo di responsabili di chiesa alla vigilia dell’incoronazione formale – la notizia risale quindi ai giorni precedenti il 6 maggio dello scorso anno – Carlo aveva espresso una posizione molto chiara sul modo in cui intendeva interpretare il suo ruolo. «Non penso di essere davvero re fino a quando non ho espresso i miei voti davanti a Dio e davanti alla nazione», aveva confessato Carlo nell’occasione; e, a proposito dell’unzione, aveva aggiunto con chiarezza una ferma convinzione: «non posso svolgere questo compito senza l’aiuto di Dio».

foto: premierchristian.news

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔