Antisemitismo in aumento: il rapporto del CDEC

By 4 Marzo 2024Focus, Israele

Dal 7 ottobre dello scorso anno, il giorno della strage di civili israeliani perpetrata da Hamas, c’è stato un grave rigurgito di antisemitismo: lo denuncia Betti Guetta, responsabile dell’Osservatorio antisemitismo del CDEC (Fondazione Centro Di Documentazione Ebraica Contemporanea), che recentemente ha pubblicato il suo rapporto annuale. Non è solo una questione di episodi ma di approccio globale: «da quel giorno – prosegue Guetta – l’odio è sdoganato, tutto si può dire contro gli ebrei, in un garbuglio di tesi antisemite, antigiudaiche, antisioniste, negazioniste, neonaziste, in cui si esercita l’estrema destra come l’estrema sinistra, fascisti e frange delle seconde generazioni e del radicalismo islamico, come si è visto anche di recente nei cortei per Gaza».

I dati presentati nel dossier – riportati anche da Repubblica – parlano di un raddoppio degli atti di antisemitismo, sia virtuali sia reali: 454 episodi, di cui 259 in rete e 195 fisici; per dare un termine di paragone: nel 2022 erano stati, in tutto, 241. Un’impennata significativa si è registrata negli ultimi tre mesi dell’anno: dopo la strage di Hamas e l’intervento dell’esercito israeliano a Gaza, se ne sono contati ben 216.

«È indubitabile che la nuova vampata di antisemitismo sia causata dalla demonizzazione di Israele. Lo dicono i dati», commenta per evangelici.net Davide Romano, direttore del Museo della Brigata ebraica, già conduttore di un apprezzato programma radiofonico su Israele per le emittenti evangeliche italiane.

«Israele sbaglia, ci mancherebbe. Come tutte le democrazie. Ma tra la legittima critica a Gerusalemme e la sua mostrificazione ne passa. E purtroppo il prezzo lo paghiamo noi ebrei in giro per il mondo: dalla caccia all’ebreo in Daghestan agli studenti ebrei in USA rinchiusi in una stanza perché assediati dai compagni, fino a aggressioni verbali e fisiche in tutta Europa, Italia compresa», prosegue Romano. «I media hanno una grande responsabilità in questo. Soprattutto le televisioni che invitano personaggi squalificati e fanatici e in nome degli ascolti mettono a rischio la sicurezza di noi ebrei».

foto: cdec.it

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔