Sabotata all’Onu la bozza di risoluzione israeliana

By 4 Dicembre 2003Israele

“Per l’Onu, la vita dei bambini israeliani conta meno della vita dei bambini palestinesi”. Questa la denuncia dell’ambasciatore israeliano alle Nazioni Unite Dan Gillerman, dopo che Israele mercoledi’ si e’ trovato costretto a ritirare una bozza di risoluzione che chiedeva misure di protezione per i bambini israeliani vittime del terrorismo.
“Ancora una volta si e’ fatta sentire la voce della maggioranza immorale – ha dichiarato Gillerman davanti alla Terza Commissione Onu (affari umanitari, sociali e culturali), dopo che fra i 191 stati rappresentanti nella Commissione non era stato possibile raccogliere il numero minimo necessario di adesioni per far procedere la proposta di risoluzione.
Il 6 novembre scorso la stessa Commissione ha approvato (con 88 voti a favore, 4 contrari e 58 astenuti) una risoluzione che invoca protezione per i bambini palestinesi “vittime dell’aggressione israeliana”.
La bozza di testo israeliana, la prima risoluzione proposta da Israele dal 1976, era stata inoltrata agli inizi di novembre dopo che una serie di attentati terroristici avevano ucciso, ferito o mutilato molti bambini, come l’attentato al ristorante Maxim di Haifa del 4 ottobre che provoco’ 21 morti, fra cui quattro bambini.
L’ambasciatore israeliano ha dovuto ritirare la bozza quando un gruppo di paesi del Movimento Non Allineati, guidati dall’Egitto, ha proposto una serie di emendamenti che l’avrebbero trasformata in una risoluzione anti-israeliana. Fra gli emendamenti (appoggiati anche da Bahrain, Malaysia, Arabia Saudita, Sudafrica, Sudan, Emirati Arabi Uniti e Yemen), quello di togliere fin dal titolo le parole “bambini israeliani” e sostituirle con “bambini mediorientali”, e quello di inserire, prima di ogni riferimento al terrorismo, riferimenti alle “aggressioni militari” israeliane, all'”occupazione” e all'”uso eccessivo della forza”.
“E’ vergognoso che un paese come l’Egitto, che ha un trattato di pace con Israele, abbia sabotato questa proposta di risoluzione – ha detto Gillerman – L’incapacita’ della comunita’ internazionale di approvare una risoluzione a difesa dei bambini israeliani, dopo aver approvato un’analoga risoluzione esplicitamente a difesa dei bambini palestinesi, dimostra che l’Assemblea Generale dell’Onu e’ un organismo inaffidabile, prevenuto e privo di integrita’ morale. Il messaggio dell’Onu e’ chiaro: i bambini israeliani valgono meno di quelli palestinesi”.

(Jerusalem Post, 27.11.03 – da israele.net)

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔