USA, la destra riscopre McCain

By 27 Dicembre 2007Rassegna Stampa

NEW YORK – […] Huckabee spinge l’acceleratore sui valori perché i sondaggi gli danno ragione: in Iowa ha la vittoria a portata di mano mentre a livello nazionale è a un solo punto dal finora favorito Rudolph Giuliani.

Ma Huckabee deve guardarsi alle spalle, dove si fa largo a sorpresa John McCain, 71 anni e dato già più volte per “tramontato”. In meno di due settimane il senatore dell’Arizona ha incassato in rapida successione il sostegno dell’ex Segretario di Stato Henry Kissinger, del senatore ex democratico Joseph Lieberman e dei quotidiani più venduti in Iowa e New Hamphire: «Des Moines Register», «Manchester Union Leader» e «Boston Globe». A livello nazionale McCain è appaiato a Huckabee, in Iowa è passato dal 6 al 20 per cento delle preferenze e in New Hampshire dal 17 al 27. Se «McCain resuscita», come titolano i giornali, il termine più adoperto per descriverlo è «Comeback Kid» ovvero lo stesso usato nel 1991 per Bill Clinton che vinse una campagna iniziata da outsider.

Il politologo del «Washington Post» E. J. Dionne legge la sorpresa-McCain come un risultato della «paura che hanno i repubblicani di Huckabee». L’ex governatore dell’Arkansas «incute timore perché gli evangelici per la prima volta vogliono scegliere il candidato presidente, non sostenerne uno del partito». «Se finora sono stati i repubblicani a chiedere il voto agli evangelici sui loro candidati – riassume Dionne – con Huckabee potrebbe avvenire il contrario». […]

da: La Stampa (articolo completo: http://tinyurl.com/37ou5o)
data: 22/12/2007

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔