Italia-Uruguay, arbitra Rodriguez, pastore evangelico

By 23 Giugno 2014Rassegna Stampa

Sarà un pastore evangelico, l’arbitro di Italia-Uruguay in programma a Natal martedì prossimo alle 18. Marco Antonio Rodriguez Moreno, 40 anni, di Città del Messico, è predicatore della congregazione cristiana di Milpa Alta.

Internazionale dal ’99, terzo Mondiale: c’era già nel 2006 (Inghilterra-Paraguay 1-0, Costa d’Avorio-Serbia 3-2) e nel 2010 (Germania-Australia 4-0, Spagna-Cile 2-1), sempre all’ombra di Archundia. Ora è il numero 1 ed è cresciuto: s’è visto in Belgio-Algeria 2-1. Un po’ teatrale, ha arbitrato Uruguay-Brasile 1-1 (Coppa America 2004, semifinale), mai l’Italia, solo l’Under 20 (2-4 con l’Egitto al Mondiale 2009). Però era l’arbitro di Milan-Boca 4-2, finale Mondiale per club 2007, a Yokohama (Giappone). E in quel Boca Juniors c’era pure Gabriel Paletta, ora naturalizzato azzurro (oltre a Palacio).

La carriera – Il messicano, alto un metro 79 centimetri, oltre che negli ultimi tre Mondiali, è stato designato per il Mondiale Under 17 del 2003 e del 2005, per la Coppa America del 2004, per la Gold Cup del 2005, del 2007, del 2009, del 2011 e del 2013. In ambito Confederazione Caraibi, Nord e Centro America, ha diretto in quattro occasioni la finale della Concacaf Champions League.

Curiosità – Non promette bene il soprannome di Rodriguez: Dracula. Ma in realtà non c’è nulla da preoccuparsi: il nomignolo è dovuto solo ai capelli nerissimi pettinati all’indietro, irrigiditi da abbondanti dosi di gel proprio come il vampiro più famoso del mondo. Ma lui, che passa il tempo libero anche nuotando e pedalando dopo vecchi trascorsi nel biathlon, si dedica al recupero dei detenuti e tiene conferenze sui pericoli della droga assolvendo in pieno al suo dovere di pastore. Piuttosto c’è da stare attenti alle sue abitudini in campo: il messicano, infatti, è considerato un arbitro molto severo, lesto ad estrarre gialli e rossi. Nell’ultima Copa Libertadores, nel match tra i colombiani dell’Atletico Nacional e gli uruguagi del Nacional espulse il colombiano Bernal dopo appena 24 secondi. Proteste e stupidi falli di reazione sono più vietati che mai.

da: GazzettadelloSport.it
data: 22/6/2014

Nella foto di La Presse pubblicata dalla Gazzetta dello Sport: Rodriguez durante Belgio-Algeria.

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔