Meriam di nuovo arrestata

By 24 Giugno 2014Rassegna Stampa

KHARTUM (Sudan) – Meriam Yehya, la donna sudanese condannata a morte per apostasia e rilasciata ieri dal carcere di Khartoum, è stata nuovamente arrestata insieme al marito Daniel Wani. Lo rende noto lo stesso legale, Mohammed al-Nour, in un tweet rilanciato dall’account di Antonella Napoli di Italians for Darfur. «Meriam e Daniel sono stati arrestati. Siamo negli uffici della sicurezza nei pressi dell’aeroporto di Khartoum», si legge sul tweet.

Fonti citate dalla Bbc hanno riferito che una quarantina di agenti della sicurezza sudanese hanno fermato all’aeroporto di Khartoum la coppia con i loro due figli, Martin, di 20 mesi, e Maya, nata il 27 maggio mentre la donna era in carcere.

Ieri Wani, originario del Sud Sudan ma con cittadinanza anche americana, aveva reso nota l’intenzione della famiglia di partire per gli Stati Uniti.

Sempre ieri un tribunale d’appello aveva disposto la scarcerazione di Meriam, 27 anni, che il 15 maggio scorso era stata condannata a morte per apostasia. I giudici hanno inoltre annullato la condanna capitale per la donna, che era anche stato accusata di adulterio in quanto il suo matrimonio con un cristiano non era stato riconosciuto.

da: ADN Kronos
data:24/6/2014

Leave a Reply

Evangelici.net è un portale di informazione e approfondimento che opera dal 1996 per la valorizzazione del messaggio, dell’etica e di uno stile di vita cristiano

Sostieni il portale ➔