Progetto Archippo - Seminari a domicilio
Benvenuto Visitatore. Fai Login o Registrati.   Regolamento Leggi il regolamento completo

Indice Indice   Help Help   Cerca Cerca   Utenti Utenti   Calendario Calendario   Login Login   Registrati Registrati

 
   I Forum di Evangelici.net
   Benvenuti
   Le notizie e gli articoli di evangelici.net
(Moderatori: saren, Asaf)
   Il lamento come parte dell’esperienza di fede
« Topic Precedente | Prossimo Topic »
Pagine: 1  · vai in fondo · Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa
   Autore  Topic: Il lamento come parte dell’esperienza di fede  (letto 1167 volte)
marco
Amministratore
*****






   
WWW    E-Mail

Posts: 2946
Il lamento come parte dell’esperienza di fede
« Data del Post: 17.10.2014 alle ore 17:53:42 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Il lamento come parte dell’esperienza di fede
Un’avvincente lezione del prof. Mark Seifrid all’Università Roma Tre sull’epistola di Paolo ai Romani
 
“Il lamento di Paolo è il lamento del credente che, messo alle strette dalla distanza tra le promesse di Dio e la realtà intorno a lui così come appare, si interroga sul perché delle cose e sul tempo necessario per vederle realizzate”. Leggendo la lettera ai Romani avendo come filigrana i testi di lamento che sono in essa inclusi, il prof. Mark Seifrid, professore di Nuovo Testamento al Southern Baptist Theological Seminary (Louisville, KY) e una delle massime autorità mondiali degli studi su Paolo, ha tenuto un’interessante conferenza presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre il 13 ottobre.
 
Alla presenza di un folto pubblico composto di docenti e studenti universitari, Seifrid ha collocato il lamento di Paolo all’interno della tradizione delle lamentazioni presenti nell’Antico Testamento, soprattutto nei salmi e nei testi sapienziali. Per Paolo non si tratta di cedere all’incredulità o allo scetticismo, ma di esprimere una perplessità della fede nel non riuscire a collegare la promessa e il suo compimento nel qui ed ora della sua esperienza. Nell’esprimere il lamento, Paolo anche cita o echeggia testi dell’AT, avendo la libertà di farlo non curandosi dell’esatta riproduzione degli stessi, ma di rielaborarli ai fini della comprensione dei lettori a cui scrive.
 
La conferenza del prof. Seifrid è stata seguita da un intervento del prof. Prato, docente di ebraico presso l’Università  Roma Tre, che ha parlato sullo stato “fluido” dei testi biblici al tempo di Paolo e su molte varianti testuali che si trovano nel I secolo d.C. Un interessante dibattito sulla “libertà” paolina nelle citazioni di testi e sul significato escatologico e salvifico della morte e della resurrezione di Gesù Cristo ha concluso l’evento accademico che era stato organizzato dall’Università Roma Tre in collaborazione con l’Istituto di Formazione Evangelica e Documentazione di Padova. Il giorno successivo,  il prof. Seifrid è stato ospite della American University of Rome dove ha tenuto una lezione introduttiva sulla Lettera di Paolo ai Romani.
 
Loggato

...io sono debole, allora sono forte. (2Corinzi 12:10)
stella2
Membro familiare
****



W questo FORUM!!!

   
WWW    E-Mail

Posts: 766
Re: Il lamento come parte dell’esperienza di fede
« Rispondi #1 Data del Post: 17.10.2014 alle ore 18:05:42 »
Rispondi con quote Rispondi con quote   Modifica Modifica

Peccato non aver potuto ascoltare quel che dicevano al riguardo  Indeciso
Loggato

Così dice il SIGNORE:
«Fermatevi sulle vie e guardate, domandate quali siano i sentieri antichi, dove sia la buona strada, e incamminatevi per essa;voi troverete riposo alle anime vostre! GEREMIA 6:16
Pagine: 1  · torna su · Rispondi Rispondi   Abilita notifica Abilita notifica    Invia il Topic Invia il Topic    Stampa Stampa

« Topic Precedente | Prossimo Topic »

Evangelici.net è un sito di Teknosurf.it srl ‐ P.IVA 01264890052 ‐ Privacy policy